Paolo Maldini, un futuro da campione





La nuova Nazionale italiana post-mondiale comincia a prendere forma e, dopo l’ingaggio ormai ufficializzato di Cesare Prandelli come Commissario Tecnico che andrà a sostituire Marcello Lippi dopo il Mondiale in Sud Africa, pare sia arrivata un’offerta anche a Paolo Maldini per il ruolo di Team Manager.

L’ex difensore e capitano del Milan non disdegnerebbe però di avere un ruolo nella società rossonera: “Mi piacerebbe avere un ruolo di responsabilità, magari nel Milan, perché uno di facciata non mi soddisferebbe vista l’esperienza che ho nel mondo del calcio”.

La proposta di un posto nella Nazionale italiana per ora non è nei pensieri di Maldini anche perché, secondo le sue dichiarazioni, lui stesso non è a conoscenza del ruolo che l’Italia vorrebbe offrirgli.

L’ex capitano e bandiera del Milan ha parlato anche della possibilità di una cessione minoritaria delle quote della società rossonera: “Credo che anche dietro una eventualità di questo tipo ci debba essere un progetto serio, tutto sta nel programmare il futuro non a un anno o un mese ma almeno a tre anni. Qualsiasi squadra deve fare progetti, se non ha una rosa pronta come quella dell’Inter”.