Palermo – Udinese 0-7: Delio Rossi verso l’esonero

Manca solo l’ufficialità, che dovrebbe avvenire domani mattina.

Ma, con ogni probabilità, Delio Rossi verrà esonerato dal presidente Maurizio Zamparini.

I rapporti tra i 2 erano tesi già da mesi, ma l’incredibile Palermo – Udinese 0-7 di questo pomeriggio, ha fatto crollare ogni muro di omertà.

“Rossi ha l’1 per cento di possibilità di restare in rosanero, provate a scommettere. Una squadra distrutta, ha rovinato il mio Palermo. Rossi ha distrutto questa squadra. Avevo detto all’allenatore di sistemare la difesa e non l’ha fatto. Rossi mi ha tolto Munoz che è il migliore della difesa. Non si può giocare così”, ha sentenziato furioso il presidente, al termine della partita.

Il diretto interessato non si è scomposto, anzi ha fatto un mea culpa pubblico.

“Ovviamente questa è una sconfitta che fa rumore ed è giusto che sia io a prendere tutte le responsabilità di questo 7-0 interno. Oggi non era giusto fischiare i giocatori che hanno dato quello che potevano dare. Personalmente sono stato bravo altre volte, oggi non lo sono stato. Dimissioni? Non è una parola che fa parte del mio repertorio. Io non mi dimetto perché sono un combattente. Di solito lascio quando le cose vanno bene e non quando vanno male”, ha risposto mister Rossi.

In casa Palermo è già partito il toto successore: in lizza ci sarebbe Serse Cosmi, che avrebbe già dato la propria disponibilità.

In corsa anche Giuseppe Papadopulo e Franco Colomba, come ipotesi di traghettatori fino  a giugno.

Per l’anno prossimo, infatti, Zamparini vorrebbe Gian Piero Gasperini in panchina.