Ottavi Coppa Italia 2014: Roma-Samp 1-0, Udinese-Inter 1-0

Una conferma e una sorpresa dalla seconda serata di Coppa Italia. La Roma supera di misura la Sampdoria e si guadagna il diritto di sfidare una seconda volta la Juventus dopo la sconfitta cocente subita in Campionato. Una sconfitta deludente come quella dell’Inter, eliminata sempre di misura dall’Udinese con una rete di Maicosuel nel primo tempo.

La sfida tra capitolini e blucerchiati é andata in scena prima di cena, ma il pasto deve essere decisamente andato di traverso alla Samp. Bastano sei minuti alla squadra di Rudi Garcia per passare in vantaggio. Dodò avanza sulla fascia e nessun difensore avversario lo contrasta. Il suo cross arriva direttamente sul piede di destro, che però da pochi passi si fa murare da Fiorillo. Fortuna per la Roma che Torosidis sia appostato alle sue spalle e depositi così in rete il gol che finirà per essere decisivo. In campo anche il neo acquisto Nainggolan, che alla mezz’ora sfiora addirittura il gol all’esordio. La pressione giallorossa meriterebbe almeno un’altra rete, ma nemmeno il secondo tempo sembra regalare questa gioia a Garcia. Ci provano ancora Destro e Torosidis, ma senza fortuna. Eccellente prova per Nainggolan, già adottato dal pubblico dell’Olimpico.

Si ferma anzitempo la corsa dell’Inter nella coppa nazionale, che paga carissimo un primo tempo giocato sotto tono, per il quale non basta una discreta ripresa per rimediare. L’Udinese così passa e affronterà la vincente dello scontro tra Milan e Spezia. La prima frazione di gioco e a fortissime tinte bianconere, che sfiora più volte il gol prima di trovarlo con Maicosuel al 32°: Allan serve Nico Lopez, il quale crossa per “O Mago”. Tap-in vincente e Udinese avanti. L’Inter finalmente si sveglia e ha subito una grande occasione in due tempi con Kuzmanovic e Mudingayi, ma anche il finale é comunque dell’Udinese. Nella ripresa preme ancora l’Udinese, ma i nerazzurri sembrano risvegliarsi dal torpore. Mazzarri butta in campo Alvarez e Palacio, e questa mossa sembra sortire l’effetto desiderato. I bianconeri, però, sono sempre pericolosi in contropiede. Guarin ci prova su punizione e nel finale anche Milito avrebbe una grande occasione per pareggiare. Non è proprio stagione per l’Inter, però, che ora può solo concentrarsi sul campionato.

Coppa Italia 2014: Fiorentina-Chievo 2-0, Viola ai quarti