Ottavi Champions League 12 febbraio 2013 Celtic – Juve 0-3, Conte re di Scozia

Ottavi Champions League 12 febbraio 2013 Celtic – Juve 0-3, Conte re di Scozia

Una vittoria netta e senza storie. Il 3-0 con cui la Juventus ha espugnato il Celtic Park di Glasgow non ammette repliche e praticamente trasforma la partita di ritorno allo Juventus Stadium una semplice formalità. In un catino dove più di una squadra ha trovato più di una difficoltà a trovare la via per la vittoria, Conte vede i suoi ragazzi battere non solo i biancoverdi, ma soprattutto un pubblico incredibilmente di supporto, che nei primi minuti ha trasformato la capitale scozzese in una vera bolgia.

La fiducia dei tifosi, però, non basta per ottenere la vittoria. Anche perché dopo appena tre giri d’orologio i bianconeri già passano. Peluso serve Matri, che anticipa Ambrose e poi supera anche Forster. In realtà l’azione continua, perché sembra che un difensore salvi, salvo poi vedere la sfera ribadita in rete da Marchisio. I replay, però, verificano come già la palla di Matri era entrata, assegnando così giustamente il gol all’ex Cagliari. Il Celtic gioca un calcio forse non bellissimo da vedere, ma tutto muscoli e grinta. Buffon deve mantenere alta la concentrazione per riuscire a tenere il vantaggio. Il calcio scozzese è incredibilmente fisico, ma al fischio del primo tempo la Juve è ancora davanti.

Il Celtic non riesce a tenere lo stesso ritmo anche nella ripresa. C’è un grosso calo tra le file biancoverdi, è fisiologico. Ambrose, neo campione d’Africa con la Nigeria, avrebbe una bella occasione di testa, ma non la sfrutta. Alla Vecchia Signora serve l’ultimo colpo per chiudere il conto e arriva proprio da Marchisio, che così al 77° si riprende la soddisfazione della rete dopo un bel movimento in collaborazione con Matri. C’è gloria in contropiede anche per Vucinic, che chiude definitivamente la sfida e, verosimilmente, il discorso qualificazione.

Ottavi Champions League 12 febbraio 2013 Celtic – Juve 0-3, Conte re di Scozia