Ottavi Champions 12 marzo 2013 Barcellona-Milan 4-0, semplicemente troppo forti

Ottavi Champions 12 marzo 2013 Barcellona-Milan 4-0, semplicemente troppo forti

Come da titolo. Semplicemente troppo forti. Il Barcellona completa alla grande la remuntada dopo il 2-0 clamoroso di San Siro e accede ai quarti di finale di Champions League. Una partita semplicemente perfetta quella dei Catalani, con un Messi finalmente tornato ai suoi grandiosi livelli. Il Milan, dal canto suo, forse non è riuscito a replicare la partita tatticamente perfetta di Milano, ma la sensazione è che contro una simile squadra forse nemmeno con Balotelli in campo sarebbe cambiato qualcosa. I rossoneri avrebbero anche avuto la loro clamorosa occasione per segnare la rete della qualificazione, ma il palo di Niang è qualcosa di più di una semplice sfortuna. Quasi un volere divino.

Che il match del Camp Nou sarà diverso da quello di San Siro lo si capisce immediatamente: al 5° minuto Messi triangola con Xavi e fulmina imparabilmente Abbiati. Siamo già 1-0 e il doppio vantaggio del Milan comincia a scricchiolare. Il Camp Nou è una bolgia infernale e il Diavolo, ironicamente, non si trova bene. La fase difensiva è ai livelli di due settimane fa, ma manca qualcosa nelle ripartenze. Ambrosini è in brutta serata e perde diversi palloni clamorosi. La sfera è sempre tra i piedi dei giocatori del Barça e l’occasione capitata a El Shaarawy al 9° sembra più un fuoco di paglia. Abbiati viene impegnato per ben due volte in parate miracolose, ma la sensazione è che i rossoneri non potranno reggere un’intera partita con questo ritmo. È un altro Barcellona rispetto a quello di Milano. Il Dio del Calcio si fa vedere al 39°: errore di Mascherano e Niang è lanciato in solitaria davanti a Victor Valdes. Il giovane francese, però, colpisce clamorosamente il palo. Passa un minuto e ancora Messi fa vedere di essere il migliore del mondo. Bel dialogo con Iniesta, tiro potente e 2-0.

Messi fa paura anche nella ripresa. Il Milan cerca di gestire il match, ma qualcosa si è rotto e non sembra funzionare più. Al 55° arriva la rete che finalmente qualifica il Barça. Costant arriva in ritardo su un diagonale di Mascherano per Villa. Lo spagnolo è da solo davanti ad Abbiati e non sbaglia. Un 3-0 che sottolinea l’innegabile superiorità dei blaugrana. Allegri tenta di rimediare buttando dentro Robinho e Muntari per un Ambrosini fuori serata e Niang. Il Milan tenta di cambiare ritmo, ma sono solamente fiammate. Robinho entra bene in partita, ma non è sufficiente. Entra anche l’ex Bojan, mentre negli ultimi 10 minuti la pressione rossonera si alza. Il Barça è stanco e inizia ad avere paura. Una rete ributterebbe davanti il Milan, che un po’ ci crede. Bojan e Robinho dialogano bene al minuto 82, ma Alba salva tutto. Il Milan spinge, ma come spesso accade, in questi frangenti si rischia di prendere un altro gol. In pieno recupero Robinho calcia malissimo una punizione dopo aver fatto alzare la squadra, in collaborazione con Muntari, e sul contropiede Alba fa 4-0. Un risultato che forse punisce eccessivamente il Milan, ma bisogna riconoscerlo: hanno vinto i più forti.

Ottavi Champions 12 marzo 2013 Barcellona-Milan 4-0, semplicemente troppo forti