Organizzare la palestra

Una palestra è a tutti gli effetti un’attività imprenditoriale. Per questo motivo, occorre gestirla con criteri e metodi imprenditoriali, cercando di superare le inefficienze e di razionalizzare la scansione quotidiana delle attività e del lavoro di tutti.

La segreteria: il cervello della palestra

La segreteria è il centro nevralgico di una palestra. Se la segreteria funziona male, la sua inefficienza si diffonde a cascata su tutta la struttura. Pensare di improvvisare la gestione di una segreteria significa votare al fallimento tutta la struttura.
Una segreteria che funziona bene include un buon gestionale per l’archiviazione dei documenti e delle informazioni sulla clientela (CRM), un’infrastruttura telefonica performante e flessibile come un centralino VoIP, un ufficio dall’aspetto professionale, accogliente e che riesca a comunicare all’esterno (cioè ai clienti) la serietà e l’affidabilità della palestra.
Il personale che lavora in segreteria deve essere formato per gestire al meglio gli aspetti amministrativi e per comunicare nel modo giusto con i Clienti.

L’area commerciale: arrivare al cuore dei clienti

In tempi di crisi e di spietata concorrenza, vendere gli abbonamenti e attirare nuovi clienti non è più facile come in passato . Oggi bisogna impostare una corretta strategia di marketing e pianificare con cura i propri obiettivi. Ogni palestra avrà il proprio target e dovrà stabilire quali canali attivare per rivolgersi a questo target. Viviamo nell’epoca dei social network, è vero, ma la pagina Facebook potrebbe non essere efficace per tutte le palestre. Prima di investire soldi ed energie in un certo canale, cerchiamo di capire dove si trova il nostro pubblico e come attrarlo.

La struttura: non solo estetica

Curare la struttura di una palestra significa prima di tutto accogliere nel modo migliore i propri clienti, farli sentire a casa e incentivarli a tornare presto. Trascurare significa invece trasmettere un’immagine di sciatteria, e con la grande offerta di palestre che c’è in giro oggi, chi vorrebbe frequentare una palestra brutta?
Ma l’estetica non è tutto: oggi i clienti si aspettano di trovare in palestra una pluralità di servizi aggiuntivi che facciano da contorno a quello dei corsi e della sala pesi. Estetista, area benessere, osteopata, nutrizionista… Organizzate gli spazi per includere questi servizi aggiuntivi ed avrete modo di impostare strategie di cross-selling, rendendo più solido il business!