Nba, All Star Games 2014: un’edizione da record

Lega-Serie-A

Il campionato Nba si ferma per un turno ma il suo grande spettacolo, almeno per la notte scorsa è stato garantito dall’ All Star Game dove Irving è stato il Mvp e la Conference dell’Est ha trionfato, ma andiamo a vedere meglio in dettaglio qui di seguito.

Un vero e proprio record di punti a New Orleans dove l’ Ovest è stato battuto dall’Est per 163 a 155. Kevin Durant, con i suoi 38 punti, ha stravinto il duello con LeBron James, fermatosi a 22. E’ andato a Kyrie Irving il meritatissimo titolo di Mvp dell’All Star Game 2014. Sul parquet di New Orleans, il play dei Cavaliers si è caricato sulle spalle la rappresentativa dell’Est, mettendo a segno 31 punti (di cui 15 nell’ultimo quarto) ma anche un 11 su 11 da due e 3 su 6 da tre con 14 assist e 5 rimbalzi. Resiste invece il record di punti realizzato in un All Star Game stabilito da Wilt Chamberlain nel lontano 1962  nonostante i 38 siglati da Blake Griffin e Kevin Durant, apparsi in grande condizione e se giocheranno così anche in campionato… Carmelo Anthony ha messo a segno 8 triple su 13. Kevin Durant ha vinto la sua sfida personale con LeBron James, apparso sotto tono.

Durante il match la squadra scelta per rappresentare la West Conference è riuscita a portarsi fino al +18 nel terzo periodo ma è poi calata vistosamente nelle percentuali da tre. L’ultimo quarto dell’incontro è stato un testa a testa fino alla salita in cattedra di Irving che, praticamente da solo, ha regalato il successo all’Est con 15 punti in 12 minuti. Come già anticipato in apertura il punteggio finale è stato da record, infatti è stato battuto il precedente primato che resisteva dall’All Star Game del 1987 quando vennero messi a segno 303 punti complessivi.

 

 

 

logo-nba