NBA: risultati e protagonisti della settimana

NBA: risultati e protagonisti della settimana

Tutto secondo i piani nella notte della NBA. Gli Oklahoma City Thunder riescono ad aver ragione dei Minnesota Timberwolves in una partita ricca di punta, conclusasi con il risultato di 113-103 e che, soprattutto, ha visto protagonista un grande Kevin Durant. Grazie a lui i Fulmini sono alla settima vittoria consecutiva, la nona se consideriamo solamente i match disputati alla Chesapeake Energy Arena. Per Durant si tratta di un match da 32 punti con 12 assist e 10 rimbalzi, davvero qualcosa di grandioso. È il primo giocatore della storia NBA a centrare questi numeri da quando si contano anche recuperi e stoppate.

Vittoria più di misura per i Golden State Warriors, che soffrono fino alla fine nella sfida tutta californiana contro i Sacramento Kings. Per loro un match concluso con un roboante 113-115. Protagonista Steph Curry, autore di 36 punti. Grande ritorno per i Warriors che venivano da una serie piuttosto negativa di cinque sconfitte. Un cambio di rotta alla quale si deve grandissimo merito a Curry, come già detto, ma anche a Thompson (28 punti per lui con 8 triple infilate). Vincono anche i Miami Heat, che superano di un solo punto i Charlotte Bobcats per 99-98. Grandissima partita di Bosch che consente ai campioni in carica di ribaltare un risultato che nel quarto quarto li vedeva indietro di ben 14 punti e che poteva sembrare ai più completamente senza speranza. Ovviamente non a lui.

Continua il momento nero dei New York Knicks, che ormai non vincono da nove partite di file e in tutto novembre ha rimediato solamente schiaffoni. Un filotto di 3-13 che sembra più da ultima in classifica piuttosto che da squadra destinata a vincere il titolo. Carmelo Anthony non si da pace, ma anche dalle sue prestazioni negative nasce questo momento nero per la squadra della Grande Mela. Un’unica consolazione, ma vale solo per noi italiani: Andrea Bargnani è uno dei pochi a brillare. Viaggia ad una media di 15,3 punti e 5,4 rimbalzi. Mai così bene da anni.

NBA: risultati e protagonisti della settimana