NBA All Star Game 2010: vince l’Est, delirio di pubblico

Si è concluso con uno spettacolare 141-139 per l’Est l’All Star Game 2010 disputato la scorsa notte a Dallas, in Texas.

Record assoluto di spettatori al Cowboys Stadium, ben 108.713 i tagliandi venduti.

Si è trattata di una partita giocata a gran ritmo, con un Dwyane Wade fantasmagorico, autore di 28 punti, 11 assist. Titolo di Mvp per lui, e pubblico in visibilio.

È stata una partita da Guinnes dei primati: pubblico senza precedenti, maxischermo di 50 metri (il più grande al mondo) ad illustrare i replay agli spettatori.

Ma andiamo a vedere la partita nel dettaglio. Con Kobe Bryant in panchina fermato da un leggero infortunio si pensava che la scena dell’All Star Game 2010 sarebbe stata tutta per lui, LeBron James. L’idolo dei Cavaliers è apparso in forma, ma non ha stupido come è solito fare. Ottima invece la prova di Carmelo Anthony, 13 punti solo nel primo quarto (alla fine ne metterà 27).

Nel secondo quartosi mettono in mostra i vari Chris Bosh, Kevin Durant e Dwight Howard, con Wade e James che mettono a referto giocate da antologia.

Nowitzki, idolo di casa, cerca di portare l’Ovest avanti a suon di canestri, con un grandissimo Billups a fargli da spalla. Le sue tre triple portano la partita sul 124 pari. Partita ancora animata e si va a sul 137 pari con poco più di un minuto da giocare. Bosh segna due liberi e la palla della vittoria va nelle mani di Carmelo Anthony, ma la sua tripla si abbatte sul primo ferro.

Alla fine tante pacche sulle spalle, giocatori divertiti e Wade che si aggiudica il titolo di Mvp dell’All Star Game 2010.

 

 

nba all star game basket dallas 2010