MotoGP Valencia 2011: dopo l’omaggio a Simoncelli vince Stoner

Motogp-2011-vista-da-Stoner

La gara di oggi del circuito Ricardo Tormo di Valencia era la corsa dell’addio. Una gara che agonisticamente aveva poco da dire, visto il titolo già assegnato da tempo a Stoner, è diventato un lungo saluto a Marco Super Sic Simoncelli, pilota 24enne scomparso in gara, a causa di un incidente avvenuto due settimane, sul circuito malesiano di Sepang.

Come preannunciato, non c’è stato il classico minuto di silenzio, perché su richiesta di Paolo Simoncelli, padre di Sic, si è invece tenuto un minuto di fragoroso e meccanico rumore. Alle 10.10, tutti i piloti, senza distinzione di categoria, hanno fatto il loro ingresso in pista, dietro  alla Honda RC212V che fu Marco, guidata  per l’occasione da Kevin Schwantz, il centauro texano iridato della classe 500 nel 1993 e grande amico di SuperSic, per un commovente giro del tracciato spagnolo. Tutti si sono fermati prima della linea del traguardo, tagliata dal solo Schwantz che ha  poi poggiato il casco di Simoncelli sulla moto.

Valentino Rossi ha così commentato il tutto:. “Il giro per Sic è stato emozionante. È stato bello vedere Kevin sulla sua moto, è stato speciale vedere tutte le moto in pista. È il minimo che potevamo fare”.

La gara vera  e propria è così passata in secondo piano, dominata da Stoner, che ha dovuto però bruciare Spies nel finale, visto che l’americano era riuscito a compiere un  recupero quasi miracoloso. Oggi è arrivato terzo in pista il centauro italiano Andrea Dovizioso, che si è così aggiudicato anche la terza piazza nella classifica mondiale finale.