MotoGp Sachsenring 2011: vola Pedrosa, Valentino Rossi arranca

casey_stoner_honda_hrc_pole_position_gran_premio_germania_sachsenring_2011_jpg_530

Anche il Moto Gp di Sachsering risulta amaro per Valentino Rossi. Il Dottore più amato dagli italiani è costretto a cedere il passo agli altri centauri. Vince Dani Pedrosa che finalmente torna al successo dopo la caduta di Le Mans: “È stato per me molto difficile, ma sono contentissimo di aver chiuso primo questa gara. Non mi aspettavo una vittoria così veloce è stata una sorpresa grande, ma in questo circuito ho sempre fatto bene, avevo meno dolore alla spalla, sono contento e rigrazio squadra, famiglia e tifosi. Senza Le Mans in lotta per il titolo? Non so, provo a fare il meglio in ogni gara”.

Anche Jorge Lorenzo, arrivato secondo oggi ha di che gioire. Lorenzo ha fatto un miracolo, come lui stesso ammette ai microfoni post gara pensando al sorpasso riuscito all’ultima curva su Stoner , mentre lo stesso Casey Stoner appare paziente dal suo terzo posto: “Negli ultimi ho lottato per tenere dietro Jorge, ma all’ultima curva mi ha sorpassato. Comunque, è un altro podio, è importante e sono soddisfatto di quanto fatto”.

Deve invece ingoiare l’ennesimo boccone amaro Valentino Rossi che si è dovuto accontentare di un nono posto non di certo esaltante, alle spalle anche del compagno Nicky Hadyen. “Alla fine non ce l’ho fatta ad arrivare davanti nel gruppetto dei poveri  e in testa vanno molto forte. Sono il primo pilota Ducati in classifica, d’accordo, ho qualche punto più di Hayden, ma non conta granché: stiamo deludendo, perché con questa moto non riesco a fare la differenza. Dobbiamo capire come risolvere i problemi, bisogna rimanere concentrati e lavorare con ottimismo. Questa moto ha bisogno di regolazioni diverse e di uno stile di guida leggermente differente: bisogna capire quale via bisogna seguire. Il rischio, in questa situazione, è fare un pò di confusione”. 
Nonostante i risultati, che tardano ancora ad arrivare, alla Ducati possono stare tranquilli per quel che riguarda il feeling tra la Rossa di Borgo Panigale e il dottorre che conferma di restare qui fino al 2012.