Moto GP: Valentino cade, si rialza ed è settimo nelle prove



Valentino Rossi in sella alla sua Ducati hanno lanciato qualche bel segnale di ripresa ai loro sostenitori nelle prove malesiane di febbraio e le avversarie della Moto Gp, Honda su tutte, sono avvisate.

 

Valentino ha chiuso all’ottavo posto, Pedrosa è stato il più veloce, e il pilota Ducati guarda a questo risultato come un classico bicchiere mezzo pieno.

Secondo il Dottor Rossi la prima giornata non è andata affatto male, visto che è riuscito a guidare meglio la moto e a divertirsi, chiudendo non troppo lontano dai primi.

I sette decimi restano ancora un bel distacco ma è comunque un progresso considerando che il tempo è stato realizzato con gomme molto usate.

Valentino precisa che lui e il suo team hanno lavorato bene sugli assetti anche se in alcuni di punti della pista non sono riusciti a far andare la moto abbastanza veloce.

Un pensiero finale alla sua spalla, dove ora Rossi ha un po’ più forza e questo gli permette di guidare meglio prima della battuta sulla sua caduta:

 

“Ho fatto la mia prima caduta con la Ducati e naturalmente l’ho fatto apposta perché una cadutina bisogna farla prima o poi… Scherzi a parte, sono arrivato troppo veloce e ho perso il davanti: sono riuscito a non cadere mentre ero in pista, ho tenuto su la moto ma poi nella ghiaia l’ho appoggiata a terra. Niente di che comunque”