Mondiali: la tecnologia Blatter per gli errori degli arbitri

argentina-messico_errore_rosetti

Questi Mondiali Fifa 2010 entreranno nella storia, non solo per essere stati i primi svolti in territorio sudafricano, ma soprattutto per le clamorose sviste arbitrali.

I match degli ottavi di finale, Germania – Inghilterra 4-1 e Argentina – Messico 3-1 hanno registrato gli errori più lampanti.

Dal clamoroso gol non visto dell’inglese Frank Lampard, alla rete in netto fuorigioco dell’argentino Carlos Tevez, “aiutato” dalla svista dei nostri Rosetti ed Ayroldi.

Ma a capo di tutti questi problemi, non può che esserci Joseph Blatter, numero 1 della Fifa.

Così il quotidiano La Gazzetta dello Sport ha indetto una raccolta di firme sul proprio sito internet, da mandare ai grandi capi del nostro calcio.

“Nessuno pensa che sia facile trovare soluzioni che garantiscano la continuità del gioco. E nessuno ritiene utile depurare il calcio da ogni fattore umano, compreso l’errore di chi lo giudica. Ma garantirne la trasparenza e la regolarità di fondo è possibile e doveroso. Di strumenti ne esistono a bizzeffe. Si scelgano i più opportuni. Si corregga il tiro se non funzionano. Ma si agisca. E in fretta”.

Così scrive Andrea Monti sulla pagina web della rosea, che già conta alcuni appoggi autorevoli: hanno aderito Sir Alex Ferguson, Arrigo Sacchi, Franz Beckenbauer, Falcao, Arsene Wenger e addirittura Roger Federer.