Mondiali 2014: Brasile-Croazia 3-1, Neymar lancia i verdeoro con polemica

10351101_893150510700797_4516002196183689446_n

Il primo match del Mondiale si conclude come molti avevano previsto, ovvero con la vittoria dei padroni di casa. In pochi, però, avrebbero potuto prevedere la modalità, ovvero soffrendo più del dovuto e passando in vantaggio con un rigore quanto meno opinabile assegnato dall’arbitro giapponese.

Il match, tra l’altro, si è aperto in modo davvero clamoroso. Il Brasile tiene il pallino del gioco, ma la Croazia è sempre stata, sin dalla sua creazione come nazionale, un cliente estremamente rognoso. Anche questa sera lo ha dimostrato, facendo a più riprese paura al Brasile. Al punto da passare addirittura in vantaggio, anche se in maniera piuttosto fortunosa: Olic serve la palla al centro dell’area, ma Jelavic devia solo marginalmente. Poco importa, perché il tocco basta per disorientare Marcelo, che diventa il primo marcatore del Mondiale. Peccato che infili la porta difesa da Julio Cesar. La reazione dei padroni di casa è più rabbiosa che ordinata, al punto che la Croazia sembra quasi vicina al pareggio. Neymar, però, conferma di essere il protagonista dell’estate, sradicando il pallone dai piedi degli avversari e centra il palo interno della porta di Pletikosa, che può solo arrendersi alla rete.

La partita del Brasile, però, non decolla e la Croazia riesce a giocare un calcio ordinato e a tratti davvero molto pericoloso. I tifosi carioca iniziano a temere una partenza in salita per la loro squadra, tragicamente condannata a vincere la coppa casalinga e a cancellare il Maracanazo. La Croazia è molto equilibrata e i verdeoro non riescono a trovare la rete. Occorre l’episodio, che arriva al 71°: Nishimura, l’arbitro, vede Fred che si lascia cadere in area dopo un tocco di Lovren. Diciamo che un contatto minimo, che potrebbe aver fatto perdere l’equilibrio, c’è sicuramente, ma la volontà di Fred di cadere nel modo più plateale possibile è evidente. L’arbitro, però, assegna il rigore, trasformato ancora da Neymar. Pletikosa intercetta, ma non riesce a deviare a sufficienza. La Croazia tenta in tutti i modi di raddrizzare un match che sente di non meritare di perdere, ma la sfera è crudele. Dopo una clamorosa occasione neutralizzata da Julio Cesar, è Oscar a trovare la rete del 3-1 in contropiede con un preciso colpo di punta. Il Brasile parte con il piede giusto, ma solo per il risultato.

10351101_893150510700797_4516002196183689446_n

Foto: FIFA World Cup Official Facebook Page