Milan – Juventus 2 Marzo 2014: ora e probabili formazioni

Milan - Juventus 2 Marzo 2014: ora e probabili formazioni

È iniziato il conto alla rovescia. Domenica sera alle 20.45 scenderanno in campo a San Siro Milan e Juventus. C’è chi lo vorrebbe come “Derby d’Italia”, con buona pace della definizione coniata da Gianni Brera per tutt’altra partita, ma senza dubbio la sfida biancorossonera riveste sempre un fascino particolare. Anche in stagioni come questa, dove una delle due squadre si trova a distanza siderale in classifica. A volte è toccato alla Juve, ma quest’anno il distacco è tutto a sfavore del Milan.

Quasi trenta punti tra le due formazioni, frutto di un inizio di stagione diametralmente opposto per le due squadre. Stratosferico per i ragazzi di Conte, devastante per quelli dell’ormai ex Allegri. L’arrivo di Clarence Seedorf sulla panchina milanista sembra aver restituito un po’ di brio nella squadra, che però rimane molto deficitaria a livello di rosa. Un problema che certo non si pone per la Juve, il cui compito ora non sarà di certo correggersi, bensì solo migliorarsi. Ecco allora che domenica sera Conte cercherà di mandare in campo la migliore formazione, nonostante l’avversario sia al momento lontano parente di quello delle lunghe sfide per lo Scudetto. Buffon partirà titolare, ma davanti a sé potrebbe non esserci Chiellini, in dubbio causa infortunio. In caso di assenza, si schiereranno Barzagli, Bonucci e Caceres. A centrocampo mancherà lo squalificato Vidal, sostituito da Marchisio. Titolari certi Pirlo e Pogba, insieme a Lichtsteiner e Asamoah. Coppia d’attacco sempre formata dai devastanti Tevez e Llorente.

Seedorf, dal canto suo, dovrà forse ancora rinunciare ad Abbiati. Per fortuna Amelia sembra in forma dopo il match con la Sampdoria. La delicatissima difesa rossonera dovrebbe essere formata da Rami e dal ritorno di Bonera, insieme ad Abate ed Emanuelson. A centrocampo capitan Montolivo farà coppia con Essien, che sembra favorito sia su Poli che su De Jong. Mancherà in attacco quasi sicuramente Balotelli, ancora alle prese con la botta alla spalla rimediata in Champions League contro l’Atletico Madrid. L’equilibrio mostrato dalla squadra con Pazzini in campo, però, potrebbe essere un’arma in più, specie se Taarabt si confermerà ai livelli che sta mostrando in questi suoi primi match. Alle spalle dell’ex Samp e Inter agiranno anche Kakà e il giapponese Honda, alla ricerca della forma migliore.

Milan - Juventus 2 Marzo 2014: ora e probabili formazioni