Milan e Inter, per le due milanesi un Natale col naso storto





Si preannuncia un Natale non tanto dolce per le due squadre milanese.

I due rispettivi allenatori, Massimiliano Allegri per il Milan e Rafa Benitez per l’Inter, non digeriranno volentieri il panettone quest’anno.

Entrambi sono alle prese con vari problemi relativi alla loro squadra, ma in due situazioni ben diverse.

Analizziamo per prima la situazione in cui incombe l’allenatore del Milan.

L’anno 2010 dei rossoneri si è chiuso con una sconfitta in casa, contro la Roma dell’ex Marco Borriello, autore tra l’altro del goal partita.

In questa gara ancora pesante da digerire la sconfitta, ma ancor più pensante è la squalifica che vede coinvolto Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese infatti, ha rimediato una stupida ammonizione nell’ultima gara di campionato, calciando il pallone a gioco ormai fermo. Essendo in diffida e dopo essere stato ammonito, il risultato è quello che non giocherà la prima di campionato del 2011 contro il Cagliari di Donadoni.

Mister Allegri inoltre, non potrà contare nemmeno su Andrea Pirlo che si è infortunato contro la Roma e dagli esami si è verificato che si tratta di stiramento: 1 mese di stop.

Oltre a queste 2 gravi perdite per la squadra rossonera, ci sono ancora pendenti gli infortuni di Pato, Thiago Silva e Flamini. Per il giovane attaccante sarà quasi sicuramente forfait contro il Cagliari, in dubbio, ma comunque molto difficile il recupero degli altri 2 giocatori.

L’anno ancora deve iniziare ed Allegri già si vede almeno 5 gravi assenze per la prima partita del 2011.

Situazione completamente diversa in casa Inter.

Dopo la vittoria del Mondiale per Club FIFA (che gli interisti definirono “coppa dell’amicizia” quando furono i cugini rossoneri a vincerla nel 2007), l’allenatore interista si è sfogato davanti alle telecamere usando parole durissime contro la squadra e contro soprattutto la dirigenza.

Parole che non sono passate inosservate agli occhi del presidente Massimo Moratti, più che mai intenzionato a cambiare allenatore, non avendo mai avuto per Benitez la stima che nutriva nei confronti di Josè Mourinho.

Sembra dunque arrivata al capolinea l’avventura di Benitez in nerazzurro, dopo appena 6 mesi.

I nomi dei sostituti si sono susseguiti in queste ore, da Fabio Capello (attualmente sotto contratto con la nazionale inglese) fino a Luciano Spalletti (allenatore dello Zenit San Pietroburgo con il quale ha vinto il titolo di Russia quest’anno).

Il 2011 non è ancora arrivato, ma sicuramente sarà un anno pieno di sorprese, staremo a vedere…