Milan – Allegri, il Conte Max per il miracolo

La presentazione ufficiale di Massimiliano Allegri al Milan si terrà molto probabilmente il 20 luglio, giorno in cui la squadra si radunerà per il ritiro estivo.

L’accordo è stato definito poco più di una settimana fa, dopo un lungo tira e molla con il presidente del Cagliari Cellino.

Massimiliano Allegri ha firmato con il Milan un contratto biennale, tra le sue primissime parole ci sono quelle sull’avventura rossonera “per la quale darò il massimo”.

Molto particolare l’immagine pubblica che il Milan sta costruendo di sé in questa fase estiva.

Praticamente assente sul mercato, si è parlato pochissimo anche di Massimiliano Allegri, se non tramite qualche intervento sui giornali.

Noi di Sport10 personalmente siamo entusiasti dell’arrivo di Allegri al Milan. E’ uno dei pochissimi allenatori che nella nostra Serie A è riuscito a costruirsi un marchio di fabbrica nel giro di pochi mesi. Come la Roma di Zeman, o il Chievo di Delneri, questi anni ci siamo goduti il Cagliari di Allegri. Ed è stato un piacere.

Un gioco veloce, geometrico, cinico, come quella meravigliosa dinastia di discepoli di Giovanni Galeone è riuscita a fare (Giampaolo e Gasperini tra gli altri). Allegri ha sempre fatto miracoli con le sue squadre, dall’Aglianese al Sassuolo fino alla bistrattata esperienza a Cagliari.

Al Milan sembra l’uomo giusto per continuare quella tradizione recente  “del bel gioco” cominciata con Ancelotti  e tirata avanti da Leonardo.  Il Milan quest’anno ha compiuto il miracolo qualificandosi in quarta posizione in campionato. Berlusconi vuole almeno confermarsi, miracolo bis appunto. Ci pensa Allegri, il “Conte Max” come lo chiamavano a Pescara.