Milan – Lazio 0-0: i rossoneri soffrono a San Siro

Il muro biancoceleste regge l’urto rossonero, così l’anticipo della 23° giornata di Serie A finisce con un Milan – Lazio 0-0.

Massimiliano Allegri, privo dello squalificato Mark Van Bommel e dell’infortunato Massimo Ambrosini (ultimo di una lunghissima lista), schierava nuovamente Thiago Silva a centrocampo, mentre per l’attacco si affidava al trio Robinho – Ibrahimovic – Pato.

In casa Lazio un reparto offensivo spuntato, ma con Kozak e Sculli subito dall’inizio insieme.

Primo tempo non eccessivamente frizzante, anche se il Milan provava a pungere con tiri dalla distanza firmati Flamini e Robinho.

Dopo un colpo di testa di Kozak, alzato in corner da Abbiati, rossoneri pericolosi con Emanuelson che, ben smarcato da Ibrahimovic, spediva la palla in curva.

Ripresa decisamente più emozionante, quando dopo 6 minuti lo svedese Ibrahimovic faceva gridare al gol tutto lo stadio.

Il tiro del centravanti rossonero trafiggeva il portiere Muslera, ma sbatteva incredibilmente su entrambi i pali interni.

Dopo 2 minuti, miracolo dello stesso Muslera che chiudeva, con i piedi, un’incursione pericolosa di Pato.

Poco dopo il brasiliano usciva per Antonio Cassano, ma era Robinho a mangiarsi un altro gol con un tiro poco potente che poteva esser sfruttato meglio.

Al 39’ un bruttissimo intervento di Kozak, mandava ko l’esordiente Nicola Legrottaglie: taglio sanguinoso alla fronte, e corsa in ospedale.

Dias salvava sulla linea una conclusione del solito Ibrahimovic, che al 49’ provava un tiro disperato che si spegneva altissimo.

Per il Milan una sorte di mal di San Siro, dato che nelle ultime 3 partite è arrivato solo 1 successo (2-0 al Cesena, poi i pareggi contro Udinese e Lazio).

Per i biancocelesti un buon punto senza cercare di strafare, ma solo di collezionare mattoncini pesanti per la qualificazione Champions League.