Maxi scandalo doping ciclismo: nomi noti tra gli indagati

Una maxi inchiesta riguardante l’antidoping nel mondo del ciclismo si sta svolgendo a Mantova, dove tra corridori, tecnici e dirigenti ci sono circa 35 indagati per uso o detenzione di sostanze proibite.

Al centro dello scandalo il farmacista di 56 anni Guido Nigrelli, già coinvolto in una precedente indagine a Padova. Alcuni tra i nomi noti:

Alessandro Ballan, campione del mondo di ciclismo su strada nel 2008, Damiano Cunego, vincitore del Giro d’Italia 2004, Beppe Saronni, manager della Lampre ex campione del mondo 1982.

I diretti interessati si sono difesi affermando che “il ricorso sistematico a pratiche vietate non esiste, abbiamo sempre improntato le nostre attività nel rispetto delle regole di legalità”.

Il reato di violazione dell’articolo 9, per il quale non si deve detenere o fare uso di sostanze dopanti, prevede la pena di reclusione, anche se l’iter legale si annuncia essere ancora lungo.