Luciano Moggi in politica: si candida alla Camera con i Riformisti

elezioni_scheda_54_1738

Chi non si ricorda di Luciano Moggi alzi la mano? Ora l’ex uomo d’oro del calciomercato della Juventus torna agli onori della cronaca, non sportiva ma politica, andiamo subito a scoprire assieme il perché.

Moggi, citando la sua pagina wikipedia, attualmente collabora con il quotidiano Libero e per il sito web del settimanale Tempi, è opinionista per la trasmissione Diretta Stadio in onda sull’emittente 7 Gold, nonché di trasmissioni calcistiche su Sportitalia e sull’emittente radiofonica Radio Manà Manà”. Quindi anche Luciano Moggi scende in campo, stavolta politico, e si presenta capolista in Piemonte dei Riformisti di Stefania Craxi, area centrodestra, con la seguente motivazione: “Per noi è il simbolo di una battaglia politica contro il circo mediatico-giudiziario che in Italia rovina le carriere”, frase questa pronunciata  dal Andrea Spiri. Luciano Moggi, come molti dei nostri lettori ricorderanno, non è di certo nuovo ai salotti dei parlamentari, visto che già era stato protagonista nel  salotto di Bruno Vespa, a Porta a porta,  per esporre la sua versione dei fatti su calciopoli. Infatti Moggi, come riporta la Gazzetta dello Sport, fu “radiato dalla Federcalcio,condannato in primo grado per associazione per delinquere, e in appello per violenza privata, dopo essere stato uno più potenti dirigenti sportivi del calcio italiano per Roma, Lazio, Torino, Napoli e Juventus”.

La candidatura di Luciano Moggi alle prossime elezioni politiche segue quella di altri uomini, e donne, dello sport nazionale, come ad esempio Renzo Ulivieri, Josefa Idem, Valentina Vezzali e Beppe Savoldi. Già proprio lui, mister 2 miliardi, uno dei primi uomini d’oro del calciomercato italiano che ora si presente in Campania, e dove se no, con Sinistra e Libertà, in lista con il numero nove, e non poteva essere altrimenti.
elezioni_scheda_54_1738