Liga Spagnola: il Barca pareggia e Kakà rilancia il Real in classifica

100px-LFP_La_Liga

Quello che non ti aspetti nella Liga Spagnola può ancora succedere. Vero che il campionato iberico è e resta una corsa a due ma, ultimamente le merengues, guidate dallo Special One Josè Mourinho, sembravano incapaci di rimettersi in corsa ma, come dicevamo quel che non t’aspetti accade e così grazie all’ex pallone doro brasiliano del Milan, Kakà, la squadra di Madrid si riporta, in classifica,  a meno sette dal Barcellona dei miracoli, fermato al Madrigal, sullo 0 a 0, dal Villareal.

Un sabato così non se lo aspettavano di certo a Madrid e il Real deve ringraziare il Sottomarino Giallo che per una volta ancora si è ricordato sul campo la sua recente grandezza e ha imposto a Lionel Messi e compagni un pareggio a reti bianche su cui pochi avrebbero scommesso prima della gara.

Per affrontare al meglio la sfida contro il Saragozza, squadra invischiata nella lotta salvezza, l’ex allenatore dell’Inter del Triplete ha deciso di affidarsi a quel tipo di giocatori che da queste parti sono soprannominati “los jugones”,  cioè quelli dotati del miglior tocco di palla.

Per questa scelta tecnica sono scesi quindi in campo al Bernabeu  il trio di mezze punte  composto da Özil-Kakà-Ronaldo, con Benzema al posto di Higuain nel ruolo di prima punta e con Xabi Alonso e Granero in mediana.

Ma a passare in vantaggio è stato però il modesto Saragozza con  un tocco ravvicinato di Lafita al 10′. Ma il Real non poteva perdere questa guerra e così con Kakà prima e Ozil poi ribalta la gara, chiusa poi dalla terza rete di Kakà.