L’Euro Palermo stappa champagne

pal gol

Forte, bella da vedere, veloce, tecnica, fisica, strategica.

La squadra del Palermo vista ieri sera al Barbera contro il Maribor s’è prestata al pubblico europeo come una delle piccole meraviglie sotto il cielo stellato d’agosto.

Occasioni da gol prodotte in serie, ripartenze velocissime e tifosi sugli spalti che spingevano il pallone con la propria voce.

Quanto basta a Delio Rossi per presentarsi alle telecamere di fine gara con un sorriso grande così ed una luce di speranza negli occhi.

La speranza di entrare tra le super big del calcio italiano.

Il presente rosanero lo si legge nelle prestazioni dei tre migliori uomini in campo nella partita di ieri Palermo – Maribor 3-0: Abel Hernandez, classe 1990, Javier Pastore (1989, che gol ieri!) e Salvatore Sirigu (1987).

Giovani nazionali che fanno sognale il calcio mondiale e arano il terreno verde del Barbera con le loro prestazioni galattiche.

Fuochi di paglia non ce ne sono: il Palermo di oggi sembra essere più forte di quello dell’anno scorso, una ciminiera di grande calcio che punta dritto a confermarsi protagonista della stagione. Tutte le altre sono avvisate.

httpv://www.youtube.com/watch?v=NYJAFkxVhyQ&feature=player_embedded#at=136