Juventus, Milos Krasic chiama e Marotta non risponde



Incombe già l’inizio della nuova stagione per la Juventus, costretta a partire presto per gli imminenti preliminari di Europa League.
La squadra del nuovo allenatore Luigi Delneri si ritroverà ad inizio luglio per programmare, si spera, una stagione d’alti livelli.
L’ex tecnico della Sampdoria, però, si ritroverà a lavorare con metà gruppo, dato che ci saranno molti giocatori ancora in ferie perchè impegnati precedentemente nei Mondiali Fifa 2010.
Per questo la società bianconera sta optando per l’idea di riportare, almeno inizialmente, l’attaccante Davide Lanzafame alla casa madre torinese.
Il giocatore, reduce da un buon campionato in prestito nel Parma, è in comproprietà col Palermo, ed a questo punto la Juventus pensa di aggregarlo già dai primi giorni di ritiro a Pinzolo.
Sarebbe atteso anche un grande colpo di calciomercato, ma per ora le trattative non decollano.
Le attenzioni rimangono sul centrocampista serbo Milos Krasic, ma il Cska Mosca spara troppo alto e la Juventus nicchia.
Il giocatore, però, attraverso il suo procuratore Marko Natelilic ha mandato chiari segnali alla società: “C’è grande interesse da parte del ragazzo a venire alla Juve, ma in questo momento la trattativa è bloccata sia per una differenza di prezzo ma anche per una questione di principio”.
“A breve qualcosa si può sbloccare, la differenza non è grande. La sua volontà conta. Fino a quando ci sarà la Juventus il ragazzo preferirà il club torinese. Cifre? Non posso confermare queste cose. Sul giocatore c’è anche il Manchester City, che ha fatto un’offerta più alta, ma lui vuole la Juve”, ha chiuso Natelilic.
Roberto Mancini lo chiama in Premier League, ma Krasic chiama la Juventus: Giuseppe Marotta risponderà mai?