Italia – Uruguay 15 novembre 2011 Roma: probabili formazioni

Italia - Uruguay 15 novembre 2011 Roma: probabili formazioni

L’amichevole contro la Polonia è stata portata a casa in scioltezza. Ora, però, arriva il vero test per l’Italia di Prandelli, che affronterà domani sera l’Uruguay Campione del Sudamerica. Una squadra che, per intenderci, al momento è decisamente superiore anche a Brasile e Argentina, almeno come organizzazione di gioco e qualità tattica. Certo che con Diego Forlan e Luis Suarez anche come tecnica individuale non si scherza, pur non arrivando ai livelli di Messi e Robinho.

Prandelli proporrà qualche novità insieme alle conferme del match polacco. Mario Balotelli si vedrà nuovamente consegnate le chiavi dell’attacco azzurro, ma al suo fianco invece di Pazzini troverà il romanista Osvaldo. L’italo-argentino è arrivato in azzurro dopo l’infortunio di Giuseppe Rossi, quindi si potrebbe pensare ad un rincalzo. Nonostante ciò, il solo fatto di esserci consente ad Osvaldo di giocarsi un’opportunità preziosissima per farsi notare dal CT, che potrebbe magari prenderlo in considerazione in ottica Europei.

Prandelli, come al solito, ha già dato la formazione ufficiale: Buffon; Maggio, Ranocchia, Chiellini, Balzaretti; De Rossi, Pirlo, Marchisio; Montolivo; Osvaldo, Balotelli. Nella ripresa ci sarà spazio anche per Pepe e forse verrà sperimentata qualche idea tattica nuova.

«Le amichevoli servono per capire come abbinare gli attaccanti, capire come far coesistere i giocatori – ha dichiarato Prandelli alla Gazzetta dello Sport – Osvaldo e Balotelli devono pressare subito dopo aver perso palla. E’ un gioco di forza, psicologico, con l’avversario. Se pressi e non scappi, non subisci, puoi fare paura agli avversari. Poi è chiaro che da Balotelli e Osvaldo mi aspetto i gol.»