Inzaghi nuovo allenatore del Milan: i movimenti di calciomercato

Inzaghi nuovo allenatore del Milan: i movimenti di calciomercato

Ora c’è anche l’ufficialità: Filippo Inzaghi è il nuovo allenatore del Milan. Un ruolo che, de facto, l’ex numero 9 di Milan e Juventus aveva già assunto da diversi giorni. Ne sono prova i numerosi colloqui avuti con Galliani e la famiglia Berlusconi, Silvio e Barbara su tutti. Ora il nuovo corso del Milan può davvero iniziare. C’è entusiasmo, ma è vero che anche all’arrivo di Seedorf a Linate lo scorso gennaio l’atmosfera era simile. Non uguale, però. Inzaghi sembra avere un feeling con la dirigenza nella sua interezza che l’olandese non poteva vantare. Inoltre il SuperPippo nazionale, contrariamente a Seedorf, un minimo di gavetta l’ha già fatta, per quanto limitata.

In attesa di vedere cosa combinerà a livello tattico e tecnico il nuovo coach del Diavolo, il mercato si sta già muovendo nella sua direzione. Come già detto in passato, lo schema scelto dal nuovo allenatore sarà un 4-3-3 o, in alternativa, un 4-3-1-2, a seconda dei giocatori a disposizione. Come riportato dai giornali, il Milan ha già chiuso cinque “acquisti”, o per meglio dire cinque situazioni in entrata. Poli è stato riscattato dalla Sampdoria. Alex è già ufficiale e Menez lo sarà tra pochi giorni. Agazzi è arrivato già da tempo, mentre nelle prossime 24 ore la sensazione è che Adil Rami verrà acquistato definitivamente dal Valencia per 4 milioni di euro (evidentemente le offerte estere millantate dalla squadra spagnola nei mesi scorsi non erano poi così reali).

Dal punto di vista delle cessioni, si sta lavorando su diversi esuberi. Mexes sembra vicino al PSG e sarebbe una liberazione notevole soprattutto a livello economico, senza contare che tecnicamente il francese è apparso troppo discontinuo sin dal suo approdo a Milanello. Robinho dovrebbe finalmente avere le valigie pronte, c’è solo da scegliere la destinazione. Mistero intorno ad Abate, ma la pista Santon è calda in caso di cessione. Costant è in partenza, ma per lui il mercato sembra stagnante. Infine Kakà: le ultime indiscrezioni lo vorrebbero in crisi con la moglie e per questo avrebbe espresso il desiderio di raggiungerla in Brasile. Il San Paolo lo aspetta a braccia aperte. In caso di partenza, i soldi risparmiati (non ci sarebbe guadagno dalla cessione a causa di una clausola da sfruttare entro il 30 giugno) consentirebbero di tentare un nuovo affondo al QPR per l’apprezzatissimo (anche da Inzaghi) Adel Taarabt.

Inzaghi nuovo allenatore del Milan: i movimenti di calciomercato