Intervista ad Alberto Paloschi

paloschi

Nella giornata di domani è in programma la sfida tra Italia e Bosnia Erzegovina Under 21 presso lo stadio Danilo Martelli di Mantova. Per gli azzurrini di Gigi Casiraghi, mai partita sarà più importante per il loro cammino. Una vittoria è infatti necessaria per incamerare i 3 punti e continuare la corsa alla qualificazione al Campionato Europeo 2011.

La pensa così Alberto Paloschi, diciannove anni, attaccante già veterano della maglia azzurra. Paloschi ha esordito con l’Under 21 il 18 novembre 2008 in amichevole contro la Germania. Da allora, ha prenotato un posto fisso nel reparto offensivo under 21, coronato con la sua prima marcatura in nazionale contro l’Austria nel marzo di quest’anno.

Stiamo svolgendo una buona preparazione – ha dichiarato Paloschi, in ritiro con i compagni in quel di Rovigo. “Abbiamo ancora qualche giorno a disposizione per provare anche nuovi moduli di gioco e stiamo tutti molto bene fisicamente. Il merito è anche delle partite di campionato che abbiamo accumulato nelle gambe”.

Con il suo Parma, Alberto Paloschi ha già messo a segno due marcature nella stagione di serie A attualmente in corso. Con la compagnia di vecchie volpi del nostro campionato come Nicola Amoruso e Valeri Bojinov, Paloschi ha davanti a sé una strada tutta da percorrere.

Domani sera con la sua Italia sarà in campo alla ricerca dei tre punti. Sarà caccia spietata? “Sappiamo tutti che c’è un solo risultato possibile martedì: dobbiamo battere la Bosnia Erzegovina e poi continuare il nostro cammino tutti uniti. L’intesa tra di noi, rispetto alla prima amichevole di agosto contro la Russia, è migliorata: quando scendiamo in campo, si pensa solo al gruppo e mai al singolo”.

(fonti: www.figc.it )

paloschi