Inter: comincia l’era Gasperini tra addii eccellenti e nuovi arrivi

Gasperini-2-300x199

All’Inter sta per iniziare l’era Gasperini. Il nuovo allenatore porterà infatti con se un nuovo modulo di gioco e nuovi schemi che difficilmente potrebbero adattarsi allo scheletro della squadra attualmente in mano al tecnico italiano. Il Gasp, come lo chiamano già a Milano, è un guru del 3-4-3. Tutte le sue squadre, ultima il Genoa, hanno sempre giocato con la difesa a 3.

Ecco quindi il primo quesito da affrontare. L’Inter dell’anno prossimo giocherà con la difesa a 3 oppure a 4? Quesito non da poco, visto che Chivu, Samuel e Ranocchia possono benissimo giocare nella difesa a 3, ma l’escluso eccellente sarebbe un certo Maicon. Facile quindi ipotizzare, che il brasiliano possa non rientrare più nei piani della società nerazzurra, anche in virtù del fatto che nelle scorse ore l’Inter ha concluso con successo la trattativa per Jonathan, un terzino destro brasiliano, denominato ‘il nuovo Maicon’. Maicon potrebbe approdare alla corte di Mourinho, che da 2 anni cerca di portarlo a Madrid oppure potrebbe cedere ai milioni dello sceicco Monsour ed approdare in Premier.

Nuovo modulo uguale nuovi giocatori. Molti di coloro che hanno reso grande l’Inter in questi anni, nomi come Sneijder ed Eto’o, potrebbero aver concluso il loro ciclo con i colori nerazzurrri. Se per Eto’o la conferma di nuove proposte dall’estero l’aveva data egli stesso in un’intervista rilasciata ad una tv del suo paese, anche per l’olandese le richieste fioccano e Moratti potrebbe cedere alla tentazione di dar via i suoi 2 gioielli per prendere nuovi giocatori che più si adattino alle caratteristiche richieste da Gasperini. I nomi sono quelli di Robben, Rossi o Vucinic. Per ora nessuna trattativa è stata avviata, ma è facile pensare che nei prossimi giorni nascerà una nuova Inter.