Incidente Schumacher: l’ex pilota andava a velocità moderata sugli sci

424px-Schumi_di_GP_Kanada_2011_cropped

Schumacher non andava forte e non stava sciando fuori pista, contrariamente a quanto si potesse pensare, e a rivelarcelo è stata proprio la tanto discussa, protagonista anche di un caso, telecamera sul casco.

In molti avevano avanzato diverse ipotesi tra cui quella che voleva l’ex pilota della Ferrari in Formula 1 fare lo scavezzacollo, sciando a velocità comprese tra i 60 e i 110 chilometri orari, addirittura fuori pista, ma non è andata così, perché le riprese effettuate dalla telecamera che era in funzione sul casco di Schumi ha portato a galla una verità decisamente diversa. Nessun gesto spericolato, nessuna azione sconsiderata,  solo un tragico evento fatale, infatti l’ex campione tedesco stava sciando a velocità moderata e al momento della caduta stava solamente passando da una pista all’altra, come evidenziano le immagini, trasmesse in esclusiva dalla televisione francese Bfm. Il procuratore di Albertville Patrick Quincy ha dichiarato nella conferenza stampa mattutina:” Il filmato realizzato dalla telecamera posta sul casco di Schumacher ci è stato molto utile, è perfettamente visibile e dura due minuti. La velocità di Micheal? Impossibile stabilirla con precisione, ma era moderata. Aiutava una bambina? Non si vede”.

 

Questa la ricostruzione effettuata dalla procura francese: ” Lo sci è andato a sbattere con una roccia, ha perso l’equilibrio ed è andato a sbattere su una roccia un po’ di metri più in là. Schumacher ha urtato contro una pietra a 8 metri dal bordo della pista. Michael è stato rianimato prima a bordo pista, poi è stato trasportato in ospedale. Il filmato della telecamera sul casco di Schumacher è chiaro e ha confermato tutto ciò. Sappiamo l’itinerario seguito da Michael. Il filmato sarà reso noto in un verbale successivo. Sarà visionato anche da un altro esperto. Possiamo dire con precisione quali sono stati i fatti”.

 

 

 

 

Michael_Schumacher