Incidente al Porto di Costa Concordia, 1 minuto di silenzio

minuto-di-silenzio

Tutta l’Italia, l’intera nazione dalla mar della Sicilia alle vette delle Alpi è rimasta scossa dalla recente tragedia marittima della Concordia, la nave crociera naufragata nei pressi dell’Isola del Giglio. Al momento si contano sei vittime anche se sono ancora numerosi, purtroppo, i dispersi.

Lo sport italiano, anche in questo caso, ha voluto dimostrarsi sensibile e ha deciso di raccogliersi intorno ai familiari e alle vittime della nave da crociera Costa Concordia, naufragata nei pressi dell’Isola del Giglio, al largo della Toscana.

Per la cronaca il naufragio è  avvenuto a pochi chilometri dall’Isola del Giglio, nella notte di venerdì quando la nave da crociera Costa Concordia si è incagliata su una secca, e ha visto squarciarsi la chiglia, un incidente molto simile a quello del famoso Titanic.

Il mondo dello sport italiano non poteva quindi esimersi dall’esprimere cordoglio alle vittime e ai loro cari, così il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Gianni Petrucci ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazione sportive che si sono disputate nel territorio nazionale durante lo scorso  fine settimana.

Anche il tanto atteso derby di Milano non è stato da meno e dunque anche San Siro ha osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime della tragedia della nave all’Isola del Giglio, come già successo negli altri campi della serie A. Le due società milanesi hanno però voluto dedicare  il minuto di silenzio anche alla memoria del vigile urbano Niccolò Savarino, morto in settimana dopo essere stato travolto da un Suv.