Il futuro del Genoa tra calciomercato e nuovo centro sportivo



Viaggia col freno tirato, rispetto all’anno scorso, il Genoa di Gian Piero Gasperini, che sfiorò la Champions League ma tornò comunque in Europa.
Quest’anno il Vecchio Grifone ha vissuto una stagione travagliata tra infortuni vari (Jankovic, Kharja, Juric, Palladino visti sempre a mezzo servizio),
scelte di mercato poi rinnegate (Crespo e Floccari si tutti) e giocatori arrivati in corsa non ancora pienamente integrati (vedi Dainelli, Suazo ed Acquafresca).
Il ritorno in Europa League per il Genoa resta comunque un obiettivo, anche se il distacco di quattro punti e la folta concorrenza non spingono all’ottimismo.
Comunque vada l’attuale stagione, i rossoblù programmano il futuro con serenità. Il dg Fabrizio Preziosi, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, ha tracciato il punto chiave nella realizzazione del nuovo centro sportivo del Genoa, che dovrebbe sorgere a Cogoleto:
La cosa più importante è essere riusciti ad individuare una nuova area per il nostro progetto“, ha detto il figlio del patron Enrico, “presto firmeremo i contratti, avremo campi, foresteria, infermeria e palestra all’avanguardia. Siamo molto soddisfatti“.
Se il presente vede una rosa ridotta per gli infortuni, il futuro dice che il calciomercato del Genoa sarà molto attivo: col Bari presto si parlerà per far rientrare in Liguria i difensori Bonucci e Ranocchia,
mentre col Grosseto c’è una trattativa avviata per l’attaccante Mauricio Pinilla, capocannnoniere della Serie B.
Inoltre potrebbe concretizzarsi un clamoroso approdo di Kevin Kuranyi al Genoa: Il Secolo XIX scrive di un contatto tra la dirigenza genoana ed il bomber dello Schalke 04, a scadenza di contratto.