Gran mercato Roma: Gago, Kjaer, Pjanic e Borini



Ha aspettato l’ultimo giorno di mercato la Roma per rifondarsi dopo la scottante eliminazione dall’Europa League, ri accendendo l’entusiasmo della piazza giallo rossa apparso un po’ sopito dopo le prime traballanti uscite della squadra affidata a Luis Enrique, profeta della panchina in rotta con capitan Totti.

Ora il tecnico spagnolo è chiamato a ricompattare l’ambiente, ricucendo lo strappo con la bandiera giallo rossa e ad amalgamare la rosa, visti gli undici nuovi acquisti, costati complessivamente 58,4 milioni.  La società capitolina infila l’uno dopo l’altro i colpi Pjanic, Kjaer, Fernando Gago e Fabio Borini.

Gago arriva in prestito dal Real Madrid e il suo diritto di riscatto è fissato a 7 milioni di euro. Borini arriva invece con la formula del prestito oneroso, 1,5 milioni di euro. Miralem Pjanic è stato invece acquistato a titolo definitivo dall’Olympique Lione, l’affare sarebbe stato realizzato versando 10 milioni di euro nelle casse del club transalpino, mentre il giocatore avrebbe accettato un contratto quadriennale da 1,8 milioni di euro a stagione, ma nulla è ufficiale al riguardo. Torna a giocare nella nostra serie A anche l’ex palermitano Simon Kjaer, approdato nella capitale dal Wolfsburg cn la formula del prestito oneroso, dichiarando: “Per me arrivare in un top club del calcio italiano ed europeo è una grande occasione”. Il biondo danese sarà quindi chiamato a rimpiazzare un altro centrale dalla bionda chioma, quel Philippe Mexes, passato al Milan.

Resta al palo, e a disposizioneeee di Luis Enrique, Marco Boriello che da Trigoria, ai microfoni, ha dichiarato: “Ma io resto”. Nasce quindi così la nuova avventura alla catalana di questa Roma, all’insegna della meglio gioventù del pallone.