Golf: tutto pronto per gli Open d’Italia

hp2

Il settantesimo Golf Open d’Italia, principale competizione italiana in questo settore, si svolgerà da giovedì 19 a domenica 22 settembre presso il Circolo di Golf di Torino. L’atteso evento che dalla nascita è stato ospitato nei principali campi da golf d’Italia dalla Toscana al Lazio alla Lombardia sarà presentato ufficialmente lunedì 9 settembre durante una conferenza stampa presso la Sede del Comune di Torino.

Quest’anno lo sponsor principale degli Open di Golf italiani sarà la famosa azienda svizzera Lindt che da ben 160 produce cioccolato di grande qualità rinomato in tutto il mondo per i valori che rappresenta. L’azienda spiega in questo modo il patrocinio: l’alta qualità, la passione e l’eccellenza sono i valori condivisi dal marchio Lindt e dai suoi Maitres Chocolatiers ma anche valori che sono incarnati dal golf, sport che richiede pazienza ed abilità per eseguire piccoli movimenti più precisi possibile, calibrando passione e delicatezza.

L’accostamento tra Golf e Arte del Cioccolato non sarà l’unico a sponsorizzare l’evento, con Lindt, title sponsor, ci saranno Rolex, Lavazza ed ovviamente la Regione Piemonte ed il Circolo di Golf, insieme a tanti altri sponsor che daranno il loro apporto. L’interesse di grandi gruppi industriali dimostra come il Golf prenda sempre più piede e divenga sempre più riconosciuto in un Paese in cui non se ne parla poi così spesso e dimostra soprattutto come questi open italiani siano un grande evento internazionale.

A dare lustro alla manifestazione la presenza di grandi professionisti come lo statunitense David Duval, vincitore per 13 volte del PGA Tour e considerato fino a poco tempo fa il miglior giocatore di golf del mondo, José Maria Olazabal, campione spagnolo detentore di 23 European Tour, un altro spagnolo, Gonzalo Fernandez Castaño che l’anno passato si aggiudicò gli open italiani, l’austriaco Bernd Wiesberger, l’inglese Chris Wood,  lo scozzese Stephen Gallacher, l’irlandese Shane Lowry, il thailandese Kiradech Aphibarnrat, l’australiano Brett Rumford e l’olandese Joost Luiten, tra gli italiani vi saranno Lorenzo Gagli, Alessandro Tadini e Matteo Delpodio. Si tratta tutti di giocatori che figurano tra i top 100 del mondo

Gli europei che si sfideranno agli open italiani di Torino accumuleranno inoltre punti per qualificarsi come membri del team che rappresenterà l’Europa alla Ryder Cup. Per chi può recarsi a Torino in quei giorni di fine settembre l’ingresso per il pubblico è gratuito alle installazioni del Circolo di Golf, quindi una valida ragione per non mancare a questo importante evento sportivo internazionale arrivato ai 70 anni in grande forma! Per chi invece volesse seguire comodamente da casa gli eventi previsti, può vederli in diretta su Sky Sport in esclusiva ed in alta definizione.

La sfida sarà serrata anche in un gioco che per tempi e modalità sembra tranquillo ai profani, del resto al giocatore che vincerà andranno 250.000 euro ed altri premi, per un montepremi totale di 1.500.000 saranno divisi agli altri nei gradini immediatamente sotto il vincitore nella classifica.  76 buche che ridurranno i 156 partecipanti a 65. Per i professionisti italiani alla ricerca di una chance, una prequalifica il 9 settembre offrirà  a tutti loro la possibilità di competere con i grandissimi del golf in questo evento imperdibile.

hp2