Giro d’Italia 2012: chi sono i favoriti?

Giro_d_Italia

Ormai ci siamo. Sabato da Herning,  in Danimarca, con un cronoprologo di 8,7 chilometri partirà l’edizione 2012 del Giro d’Italia. La corsa rosa presenta un percorso meno selettivo di quello del 2011, ma in grado comunque di regalare sorprese ed emozioni. Sono ben 198 i corridori al via, ma chi tra loro punta a indossare la maglia rosa all’ultima tappa in quel di Milano?

Logico iniziare ad elencarli partendo prima di tutto dal vincitore uscente (sia pure a tavolino) Michele Scarponi (Lampre), il quale non ha mai nascosto che il Giro rappresenta il suo grande obiettivo stagionale. Il suo “problema” è che le medesime ambizioni le nutre Ivan Basso (Liquigas), a caccia del suo terzo successo nella corsa a tappe italiana.

Accanto a loro in prima fila due big stranieri: Joaquin Rodriguez  (Katusha) e Roman Kreuziger (Astana).  Il primo, trionfatore quest’anno alla Freccia Vallone, è il più temuto negli strappi più duri in salita, ma è inferiore agli avversari nelle prove contro il tempo. Situazione esattamente capovolta per il secondo.

In grado di puntare alla top 5 (e magari sognare qualcosa in più) sembrano José Rujano (Androni), John Gadret (Ag2r) e Mikel Nieve (Euskaltel), mentre da valutare saranno le condizioni di forma di Frank Schleck (RadioShack): se la condizione del  lussemburghese migliora nel corso delle tre settimane, il podio è senz’altro un obiettivo concreto per chi lo scorso anno è giunto terzo anche al Tour. Noi italiani speriamo inoltre in una buona prova di Damiano Cunego e attendiamo conferme importanti da  Dario Cataldo e Domenico Pozzovivo.

Grande spettacolo è annunciato per quel che riguarda gli arrivi in volata. Se non bastasse infatti la presenza del campione del mondo Mark Cavendish, possiamo aggiungere altri velocisti di livello internazionale come Thor Hushovd, Matthew Goss, Tyler Farrar, senza dimenticare i nostri Chicchi, Bennati e Viviani.