Giro 2012: Rabottini firma un’impresa

Giro_d_Italia.

In un giorno storico dal punto di vista sportivo per la città di Pescara (che festeggia il ritorno della squadra di calcio in Serie A)  Matteo Rabottini compie un’impresa splendida al Giro d’Italia, ottenendo sull’arrivo in salita di Pian dei Resinelli la più bella vittoria della sua carriera.

Partito in fuga insieme ad altri coraggiosi al diciottesimo chilometro, il corridore della Farnese si è trovato poi da solo al comando in una frazione resa ancor più difficile dalla pioggia e dal freddo. Dopo aver resistito anche ad una scivolata, il suo sogno ha rischiato di svanire a 400 metri dall’arrivo quando è stato raggiunto da un imperioso Joaquim  Rodriguez.

Quando tutto sembrava perduto, l’abruzzese però è riuscito a rimanere aggrappato con le residue forze alla ruota dello spagnolo e a saltarlo in una volata (“Purito”è stato comunque un signore a non forzare fin sul traguardo) quasi commovente.

Il ciclista della Katusha, grazie alla sua bella azione, ha comunque riconquistato la vetta della classifica generale, strappando nuovamente la maglia rosa a Hesjedal. Buona prova anche di Ivan Basso e  Michele Scarponi giunti a pochi secondi dai primi. Si sono invece ritirati nelle prime fasi di corsa Frank Schleck (RadioShack-Nissan) e il campione italiano Giovanni Visconti (Movistar).

Domani  ultima giornata di riposo,  si riprende a pedalare martedì e si entra nella fase decisiva della corsa.

Ordine d’arrivo

1 Matteo RABOTTINI
2 Joaquin RODRIGUEZ st
3 Alberto LOSADA + 23”
4 Sergio Luis HENAO + 25”
5 Michele SCARPONI + 25”
6 Ivan BASSO + 25”

Classifica maglia rosa

1 Joaquim RODRIGUEZ
2 Ryder HESJEDAL + 30”
3 Ivan BASSO + 1:22
4 Paolo TIRALONGO + 1:26
5 Roman KREUZIGER + 1:27
6 Michele SCARPONI + 1:36