Genoa – Inter e Juventus – Fiorentina, i video dei gol

Rimpianti da una parte e dall’altra in Juventus – Fiorentina, sfida clou di ieri sera all’Olimpico di Torino. I bianconeri non vincono in campionato da 4 giornate, i viola conquistano un punto preziosissimo per la corsa Champions. Tra i 22 protagonisti della serata c’è l’attaccante juventino Amauri, che torna al gol dopo un digiuno durato 244 giorni. Suo il gol del pareggio dopo un’azione imbeccata dai compagni Diego e Iaquinta.

Gol liberatorio? “Non dico fosse un peso, ma quando non se­gni un po’ di nervosismo subentra. Il gol rende tutto più facile. Corre­re, lavorare, osare. Me lo sentivo che avrei segnato. Sono reduce da dodici giorni in cui ho lavorato davvero bene”.

Per questo – continua l’attaccante brasiliano – mi ero esposto dicendo che il mio campio­nato sarebbe iniziato con la Fio­rentina. Penso di essere stato di parola. Settembre è stato un me­se strano, ma oggi avete visto, e d’ora in poi rivedrete il vero Amauri”.

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=smzNdAuexsk&feature=player_embedded 

 

Nell’altro posticipo l’Inter passeggia a Genova: 5-0 il finale per i nerazzurri (Cambiasso, Balotelli, Stankovic, Vieira, Maicon). Il tecnico Mourinho modera i toni dell’entusiasmo e a fine partita parla come non ci fosse stata nessuna sorpresa: “Abbiamo solo vinto. Non è stata una gara perfetta, quello lo lascio ai commentatori come voi, sono solo tre punti importanti. Per me significa questo. Avrei cambiato questo 5-0 per cinque 1-0”.

Per la corsa scudetto, una consacrazione – se mai ce ne fosse stato bisogno – dello strapotere della corazzata nerazzurra: “Chi temo di più? Preferisco essere davanti. Siamo solo in ottobre, manca tanto. Io guardo solo a me stesso. Non mi interessa né della Juve né della Roma. Penso solo all’Inter. Sono tante le squadre che giocano bene”.

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=Q91BmhUELqs&feature=player_embedded