Formula 1 2012 Ferrari con nuove sospensioni



Un cambio di rotta forzato in seguito ai risultati e così la scuderia del Cavallino Rampante di Maranello ha deciso di adottare le sospensioni classiche attualmente utilizzate dalla Red Bull.

La Ferrari tornerà a questo tipo di sospensione vintage a partire dal 2011, visto che al momento tutto è ancora in avanzata fase di progettazione e che fisicamente, al momento, esiste solo su un modello in scala e in forma incompleta, lì nella galleria del vento della Rossa.

Questo sistema sospensorio si basa sulle sospensioni a tirante (pull-rod) che viene quindi contrapposto a quelle a puntone (push-rod) a cui il team Ferrari era finora rimasto  fedele. L’intenzione è quello di cambiare volto alla monoposto rossa per permettere a Fernando Alonso di tornare a inseguire il titolo Mondiale.

Storicamente l’apice del sistema  pull-rod lo si è avuto negli anni Settanta e all’inizio degli anni Ottanta. Questo sistema venne poi accantonato perché considerato troppo sofisticato e complesso per cui venne rimpiazzato dal sistema semplificato push-rod, che permette un accesso veloce ai meccanici per gli interventi di regolazione. Inaspettatamente a partire dal 2009 Andrian Newey decise di reintrodurre questo vecchio sistema sospensorio sulla Red Bull, seguito poi da diverse scuderie, ma non dalla Ferrari. Ora a Maranello visti i risultati, tutt’altro che soddisfacenti, di questa stagione sono pronti a rimettersi in gioco, ridiscutendo anche le sospensioni. La Ferrari adotterà quindi, a partire dal prossimo anno, un retrotreno più basso e piccolo, mentre le ultime sei gare di questo mondiale saranno utilizzate come test, per verificare durante la gara il comportamento di alcune singole parti meccaniche e aerodinamiche .