Finale Euro 2012 Spagna – Italia 1 luglio 2012



Dopo aver annichilito la Germania l’Italia comincia davvero a far paura anche ai prossimi avversari , cioè la Spagna, squadra che, domenica prossima 1 luglio, incontreremo nella finale di Kiev di Euro 2012.

I giornali spagnoli esaltano giustamente il trionfo azzurro ma non si fermano di certo alla partita di ieri, anzi Marca già titola “Una finale tra giganti”, mentre As accende i riflettori sull’ “enorme” Balotelli e si sofferma sull’attaccante azzurro che ha lasciato il campo “infortunato”. El Pais cambia il soprannome di  Super Mario e lo trasforma ne l” ‘Incredibile Hulk azzurro” infine El Mundo gioca sui tempi dedicando la sua apertura all’ “l’inizio e la fine”.

In Spagna non ci sottovalutano anzi, le due squadre si sono fronteggiate all’esordio del loro Euro 2012, nella prima gara del nostro girone, l’incontro è finito 1-1 e il gol azzurro di Totò Di Natale è stato l’unico gol incassato finora in questo torneo dalle furie rosse.

A Radio Marca il commissario tecnico della Spagna Vicente del Bosque commentando il trionfo azzurro sulla Germania di ieri si è infatti così pronunciato:

“Non ci pentiremo mai di non avere pareggiato con la Croazia per eliminare l’Italia. Non sarebbe stato un bene per questo sport. Noi e l’Italia siamo arrivati in finale con un cammino simile e siamo all’altezza di quello che richiede una finale. L’Italia è una squadra che si basa sul lavoro di Pirlo e De Rossi a centrocampo. Il suo asse forte è formato da Pirlo e Balotelli. Nella fase a gironi ci sono anche stati superiori nel primo tempo. E’ stata la Nazionale che ci ha creato più problemi.L’Italia è stata quattro volte campione del Mondo quindi non si può parlare di favoriti tra noi e loro. E’ una finale e partiamo alla pari. Non conterà esserci affrontati nella fase a giorni: ricordo che ho detto a Cassano, vediamo se ci ritroviamo in finale, e adesso ci siamo”.