Europa League 19 settembre 2013: Fiorentina-Paços 3-0, Lazio-Legia 1-0

Europa League 19 settembre 2013: Fiorentina-Paços 3-0, Lazio-Legia 1-0

Si chiude con due belle vittorie la settimana europea delle squadre italiane. La Fiorentina regola con un rotondo 3-0 l’ex rivelazione dei preliminari di Champions Paços de Ferreira, mentre la Lazio, in casa contro il Legia Varsavia, si accontenta di un solo gol decisivo per superare gli avversari polacchi.

I primi a scendere in campo sono i viola di Montella, che sin dal primo tempo lasciano capire di poter essere sempre in possesso del pallino del gioco (e che da un punto di vista sportivo tre posti in Champions per l’Italia siano oggettivamente troppo pochi). Il primo a farsi vedere dalle parti di Degra è il sempre più entusiasta Pepito Rossi, che per poco non trasforma una buona sponda servitagli da Joaquin. Alla mezz’ora è invece Marcos Alonso a spaventare il portiere portoghese, costringendolo a rifugiarsi in calcio d’angolo. Il gol, però, sembra nell’aria e la pressione viola trova finalmente compimento al 30° esatto con Gonzalo Rodriguez, che devia in porta proprio un calcio d’angolo di Giuseppe Rossi. Prima della pausa c’è tempo per un ultimo spavento per Degra, che per poco non combina la frittata su una palla innocua di Ambrosini. Anche nella ripresa non c’è storia. Alla Fiorentina viene addirittura annullato un gol di Joaquin per fuorigioco, ma comunque il Paços sembra nettamente sotto i viola. Il raddoppio arriva al 67° con Matos, appena entrato e poi al 76° finalmente arriva il meritatissimo gol di Rossi per il 3-0 finale.

Meno netta, ma sempre valida per i tre punti, la vittoria casalinga della Lazio contro il Legia Varsavia. Dopo alcuni cambi di fronte senza conseguenze è Ederson ad avere sui piedi la prima occasione del match, trovandosi in area piccola con il pallone sui piedi in seguito ad un calcio d’angolo. I polacchi, però, lo murano. La Lazio è pericolosa soprattutto da calcio d’angolo, ma al 22° è Marchetti a salvare la situazione con una grande parata su Kosecki. Lo stesso esterno polacco si ripete dopo pochi minuti, sfiorando il palo. Serve la scossa, che però nel primo tempo non arriva. Basta aspettare però la ripresa: siamo al 53°, Keita dalla sinistra sforna un pallone al bacio per Hernanes, che di testa insacca portando in vantaggio i biancocelesti. Il gol fa tremare le gambe al Legia, che al 66° rischia di subire il raddoppio quando Hernanes prende in pieno il palo alla destra di Skaba. Inizia la girandola dei cambi, ma l’iniziativa è sempre laziale, con Ederson che si rende pericoloso al 69°. Negli ultimi dieci minuti c’è tempo per un’occasione per parte, rispettivamente con Radovic per il Legia e con Novaretti per la Lazio, ma il triplice fischio arriva sempre sull’1-0 per la nostra squadra capitolina.

Europa League 19 settembre 2013: Fiorentina-Paços 3-0, Lazio-Legia 1-0