Classifica avulsa Milan, Parma, Torino 2014: a parità di punti, il sesto posto

Classifica avulsa Milan, Parma, Torino 2014: a parità di punti, il sesto posto

Venti anni. Tanti ne sono passati da quando il Torino giocò per l’ultima volta una competizione europea. Poco conta l’Intertoto del 2002: dobbiamo risalire fino alla Coppa UEFA della stagione 1993/1994 per vedere i Granata sui palcoscenici continentali. Ora la squadra di Giampiero Ventura, autrice di una stagione memorabile, ha tutte le carte in regola per centrare un traguardo che non potremmo definire in nessun altro modo se non storico.

Come in tutte le belle favole, però, c’è un… “però”. Ci perdonerete la ridondanza, ma Parma, Verona e Milan non si sono certo arrese, per quanto i crociati siano gli unici ad avere delle vere residue speranze di centrare un’Europa che a loro manca invece “soltanto” dal 2007. Il Torino è obbligato a vincere, in quanto si tratta dell’unico risultato utile per essere sicuri della qualificazione ai preliminari del prossimo luglio. Un pareggio, invece, metterebbe i piemontesi a serio rischio aggancio proprio da parte del Parma, che a quel avrebbe il vantaggio dei risultati. Tenendo conto che la squadra di Donadoni gioca in casa contro il già retrocesso Livorno, sembra quasi scontato considerare la squadra già a quota 57. Una quota che potrebbero raggiungere anche Verona e Milan, fermi a 54 punti.

Per scaligeri e rossoneri, però, troppi risultati dovrebbero combaciare per sperare davvero nella qualificazione. Dovrebbero sostanzialmente perdere sia Torino che Parma. Nel caso degli emiliani, anche un pari andrebbe bene. In questo particolare caso sarebbe il Milan ad accedere alla competizione europea. Il Verona, praticamente, deve sperare che perdano tutti e di ottenere i tre punti al San Paolo contro il Napoli. Difficile non considerare la qualificazione ormai una questione solo tra Parma e Torino.

Classifica avulsa Milan, Parma, Torino 2014: a parità di punti, il sesto posto