Ciclismo Tour of Oman 2012 al via

cycling

Scatta domani la seconda edizione del Tour dell’Oman. La piccola corsa a tappe del sultanato presenta un vero e proprio “parterre de roi” al via, sia tra i velocisti che tra i candidati alla vittoria finale.

Per quanto riguarda i primi (che dovrebbero avere a disposizione quattro tappe su sei) l’elenco non può che cominciare con il campione del mondo Mark Cavendish, per proseguire con Tom Boonen, recente vincitore del Tour del Qatar. Degni di una certa attenzione saranno anche Marcel Kittel, Andrè Greipel, Matthew Goss, Tyler Farrar e il jolly della Liquigas Peter Sagan, che potrebbe reggere bene anche sulle salite non troppo impegnative.

Per quel che riguarda i colori italiani sempre alla Liquigas ci sarà Daniel Oss, dato in buona forma, poi Andrea Guardini e il promettente giovane della Sky Davide Appollonio.

Tra i pretendenti alla vittoria finale invece, anche se chiaramente molto dipenderà dal livello di forma che non è certo al top in questo periodo della stagione, possiamo annoverare in prima fila il lussemburghese Andy Schleck, il nostro Vincenzo Nibali e lo spagnolo Joaquim Rodriguez.

Tra gli uomini da tenere d’occhio come possibili outsiders in rampa di lancio abbiamo Peter Velits, Jakob Fuglsang e Arnold Jeanneson.

Per quel che riguarda il percorso, rispetto allo scorso anno, è stata eliminata la prova a cronometro in favore di una tappa di montagna e con ogni probabilità sarà sempre l’arrivo in salita sulla Green Mountain a decidere il vincitore. Si parte domani con la frazione Al Alam Royal Palace – Wadi Al Hoqay di 159 km.