Champions League 2013-2014: calendario partite rimaste Milan, Juventus, Napoli

Champions League 2013-2014: il calendario partite rimanenti Milan, Juventus, Napoli

Non si fa certo agevole il cammino delle italiane in Champions League. Chi più, chi meno, praticamente sia Milan che Juventus e Napoli hanno di che preoccuparsi. C’è chi in campionato macina gioco e può legittimamente pensare di riscattarsi anche in Europa, mentre c’è chi, come i rossoneri, che paiono stentare praticamente in ogni cosa dal momento in cui si alzano dal letto la mattina fino al momento di tornare a dormire.

Inutile negare che, alla luce della forma fisica complessiva, il Milan sia la squadra che più delle altre ha davanti l’impegno più gravoso. La doppia sfida con il Barcellona, specie dopo il pari con l’Ajax, diventerà fondamentale per non arrivare con il fiatone alle ultime due giornate. Riuscire a fare punti contro i catalani, però, sarà estremamente difficoltoso, sia a San Siro che al Camp Nou. È vero che lo scorso anno al Milan riuscì di strappare una vittoria al Barça prima di farsi rimontare in trasferta, ma i rossoneri all’epoca erano già decisamente più in forma rispetto ad ora. Mancava, però, un certo Balotelli. Potrà bastare? Si spera, perché altrimenti due vittorie contro Ajax e Celtic nel finale di girone non saranno più facoltative.

Se il Milan piange, però, la Juve certo non ride. I bianconeri arrivano da due pareggi consecutivi, entrambi estremamente deludenti per motivi diversi contro Copenhagen e Galatasaray. Era obbligatorio fare sei punti, perché ora arriva il Real Madrid di Carlo Ancelotti. Certo, i Blancos sono al momento molto fuori forma in patria e contro i danesi hanno vinto di misura, ma le grandi squadre non vanno mai prese sotto gamba, perché resuscitano quando meno le si aspetta. Al ritorno si potrà pensare di nuovo a turchi e danesi. Questa volta si dovrò fare bottino pieno, sperando che il doppio impegno madridista non lasci solo le briciole in mano a Conte.

Infine il Napoli: alla grande vittoria contro il Borussia ha fatto da contro-altare la sconfitta netta contro l’Arsenal. Certo, mancava Higuain, ma se basta così poco per mettere nel sacco i partenopei, allora Benitez farà meglio a correre ai ripari. Delle tre italiane, gli azzurri hanno di sicuro il doppio impegno meno gravoso contro l’OM di Marsiglia, appena uscito sconfitto nello scontro diretto di campionato con il PSG. Possibile fare bottino pieno? Assolutamente. Ci vorrà però il Napoli visto in campionato e contro il Borussia.

Champions League 2013-2014: il calendario partite rimanenti Milan, Juventus, Napoli