Catania – Milan 2-0: Robinho e Ibrahimovich consolidano il primato



Il Cholo Simeone e il suo Catania reggono un tempo poi l’espulsione dell’ultimo arrivato Van Bommel sveglia il diavolo che dorme.

Il tecnico milanista Allegrai aveva definito in settimana questa partita con il termine di incasinata, e così è stato visto che le due squadre per oltre 50 minuti di gioco si sono intasate a vicenda nel centrocampo del Cibali che sembrava sempre troppo piccolo.

I padroni di casa ,nonostante la scelta di Simeone di schierare Mascare dietro a Maxi Lopez, si sono dimostrati lenti e macchinosi mentre il Milan pagave le scelte tecniche del suo allematore, una dorsale Van Bommel/ Merkel davvero troppo azzardata, dunque non c’è da soprendersi se il Milan è passato in vantaggio solamente  quando è rimasto in 10 per l’espulsione dell’olandese.

Andujar al 14esimo del secondo tempo non trattiene una sassata di Ibrahimovic e per Robinho il gioco è facile nel realizzare il gol del temporaneo 1 a 0.

Il Catania, in superiorità numerica, passato in svantaggio ci prova ma si schianta contro il muro tirato su da Yepes e compagni.

A 5 minuti dal termine Zlatan Ibrahimovic chiude la partita realizzando in scivolata, grazie ad un pallone servitogli da Robinho, il gol del definitivo 2 a 0.

Milan sempre più primo, a sette punti dalla coppia di inseguitrici Lazio e Napoli (che deve però  ancora giocare con la Sampdoria).