Calendario serie A 2012: il cammino di Fiorentina e Genoa verso la salvezza

fiorentina genoa

Fiorentina e Genoa sono certamente due delle squadre che a inizio stagione non avevano minimamente preventivato di finire a lottare per non retrocedere. I viola avevano visto partire uomini importanti, ma hanno fatto anche degli acquisti per rimpiazzarli, l’ossatura storica della squadra è stata cambiata, anche se sono rimasti degli uomini importanti, ma altri sono, come Montolivo, sono in scadenza di contratto. La squadra in prospettiva è buona, ma manca quel pizzico di esperienza che in un campionato difficile come la serie a può essere determinante per disputare una buona annata ed evitare errori. In più va detto anche che la società ha preferito investire poco e il cambio di allenatore, da Mihajlovic a Delio Rossi, non ha portato grandi miglioramenti.

Il Genoa invece è un caso ancora più sorprendente, il presidente Enrico preziosi, come ogni anno non ha badato a spese e ha attrezzato una squadra piena di giocatori di esperienza e di talento, con dei giovani molto interessanti, ma le cose ad un certo punto sono iniziate ad andare male, così ha pagato per primo, come spesso avviene in questi casi, l’allenatore, esonerato Alberto Malsani è arrivato Pasquale Marino e la squadra è sprofondata ad un passo dalla retrocessione, proprio per questo è stato deciso di richiamare Malsani, che ha adesso il compito di non far andare in serie B il Genoa.

La Fiorentina ha 37 punti e nelle prossime giornate giocherà con Roma in trasferta, Inter in casa, Atalanta fuori casa, Novara al Franchi, poi andrà a Lecce e all’ultima ospita il Cagliari. Il Genoa invece ha 36 punti, 2 in più del Lecce terzultimo e gioca a San Siro contro il Milan, ospita il Siena,  poi andrà a Bologna, giocherà in casa contro il Cagliari, in trasferta con l’Udinese e chiuderà il campionato in casa ospitando il Palermo.