Calcioscommesse 2011, inchieste su Nazionale e partite Serie A



La recente inchiesta legata al Calcioscommesse 2011  sembra allargarsi, anche se non a macchia d’olio, ma nuovi e delicati particolari arrivano ad alimentare la già fitta trama, anche se tutto finora è ancora in attesa di conferme e il condizionale è la forma d’obbligo, ma al momento, al vaglio degli investigatori ci sarebbero ora tre nuovi incontri di serie A.

In oltre sei ore di interrogatorio uno dei protagonisti della vicenda, Carlo Gervasoni, ex difensore 29enne del Piacenza Calcio, ha rotto ogni indugio elencando nomi e fatti, indicando altri 20 nuovi nomi di calciatori implicati (dieci di questi militerebbero in serie A) e altre tre partite: Palermo- Bari, finita 2-1, Lazio Genoa, terminata 4-2 e Lecce-Lazio finita 2-4.

I sospetti sono dunque molti, anche se ricordiamo che tutto è ancora da certificare e nessuno è colpevole fino a prova contraria.

Nel primo incontro terminato con la vittoria dei siciliani per 2-1 risulterebbe un goffo tentativo di realizzazione dal dischetto poi fallito. La seconda gara avrebbe visto i padroni di casa soccombere nel primo tempo, fischiati dalla propria tifoseria, ribaltare il risultato nella ripresa mentre il terzo match è una goleada.  Gli investigatori sono qui chiamati ora a esaminare quanto successo.

Ora tra le diverse intercettazioni ne spuntano alcune riguardanti tre campioni del mondo, trionfatori in Germania nel 2006 con la maglia azzurra. Buffon, Cannavaro e Gattuso, che informati dell’e intercettazioni hanno preferito non commentare.

Secondo Adnkronos non esisterebbe nessun rapporto tra Nicola Santoni e gli azzurri Gigi Buffon, Rino Gattuso e Fabio Cannavaro visto che lo stesso Lorenzo Tomassini, legale dell’ex preparatore dei portieri del Ravenna, chiarisce che il suo assistito, coinvolto nell’inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse, non ha conosciuto o avuto rapporti con i 3 giocatori.