Calciopoli: 170 mila intercettazioni in fase di studio

170 mila intercettazioni telefoniche effettuate nel merito della vicenda Calciopoli stanno letteralmente dando vita ad uno scenario da intrigo internazionale.

L’indagine sulla cupola di Moggi in queste settimane è tornata di moda, grazie soprattutto alla rivelazione delle relazioni intercorse tra Paolo Bergamo, ex designatore arbitrale, e i massimi dirigenti di Milan e Inter.

Bergamo si è difeso dicendo che “facevo con loro quello che facevo con tutti gli altri dirigenti: parlare delle fasce di assegnazione arbitrale che prima o poi capitavano a tutte le squadre”.

In una intercettazione pubblicata ieri avente per protagonisti Giacinto Facchetti e il designatore Mazzei, si è potuto osservato come il sorteggio fosse “inevitabile” anche se Facchetti si augura senza troppi complimenti che “non dovrebbero farli più”.

Facchetti, però, ha dimostrato di conoscere in anticipo i nomi dei guardalinee, cosa della quale fino ad oggi soltanto Luciano Moggi era accusato. Facchetti come Moggi? Insospettabile è dir poco…