Calciomercato: chi sarà il prossimo allenatore della Juventus 2014 2015?

600px-Juventusstemma

Una recente intervista di Antonio Conte ha aperto la possibilità di separazione tra il tecnico juventino e la Vecchia Signora, anche se a dire il vero a Torino, negli ambienti più vicini alla squadra, qualcosa si vocifera già da tempo.

Queste le parole di Antonio Conte sul suo futuro alla Juventus: “Devo parlare con i dirigenti, capire, valutare. Io sono juventino, lo ero anche quando ero su altre panchine e lo sarò in futuro. Qui mi sento a casa, ma ho bisogno di confrontarmi con la società. Sono stati tre anni dispendiosi e intensi, ne parlerò con Agnelli e Marrotta ai quali sono legato da rapporti di amicizia. Insieme decideremo cosa fare per il bene della Juve. Devo capire se ho la forza di andare avanti.” Pavel Nedved, ex idolo in campo ed attuale consigliere della Juve ha così commentato: “ Antonio ha ancora un anno di contratto. Nelle prossime ore società e tecnico decideranno cosa fare.” Un assist in favore di Conte arriva dalla Cina, dove attualmente allena Marcello Lippi, ex tecnico della nazionale azzurra campione del mondo a Berlino in 2006, ma che ha vinto 13 trofei sulla panchina bianconera: 5 scudetti, una Coppa Italia, una Champions League, una coppa Intercontinentale, 4 Supercoppe Italiane e una Supercoppa europea. Lippi ha voluto aggiungere che: “ Rivincere è più difficile che vincere. E Conte è stato determinante nella crescita della Juve, ha dato un gioco e una mentalità”, tutti fattori da non sottovalutare. A Conte non è però piaciuto l’essere stato messo in discussione dopo l’eliminazione in Europa League ad opera del Benfica. Il tecnico salentino è uno che ama vincere e vorrebbe a farlo anche in Europa, per questo motivo vuole la riconferma di Pogba e Vidal, giocatori seguiti da top club europei, e l’arrivo di altre nuove stelle in bianconero per provare la scalata decisiva alla Champions League.

La società valuterà ora il progetto futuro di Conte, anche in chiave di mercato. Difficilmente le parti si allontaneranno, ma alla Vecchia Signora non mancano di certo le attrattive e dopo il Mondiale Cesare Prandelli potrebbe essere il nome giusto

600px-Juventusstemma