Calciomercato Napoli Giugno 2011: Inler, Douglas Costa, Pastore



Non se ne parla molto ma qualcosa bolle in pentola anche perché l’attenzione ora è tutta, giustamente, riservata a questi scampoli di campionato che potrebbero cucire sul petto azzurro lo scudetto.

Scudetto o Champions che sia, il Napoli ora è conscio del suo valore e si è così deciso a comportarsi di conseguenza anche in sede di calciomercato.

Ora De Laurentiis è convinto di poter compiere il salto di qualità definitivo e ha incaricato il suo ds Bigon di andare a prendere quei calciatori che potranno servire il prossimo anno al club per ben figurare nella massima competizione continentale.

Uno di questi tasselli, già individuato da tempo, è il centrocampista dell’Udinese Inler, e non è detto che già domenica negli spogliatoi dello stadio San Paolo, dove sarà di scena proprio l’Udinese, possa avvenire l’incontro definitivo per il passaggio del centrocampista svizzero alla corte di Mazzarri.

 

Un nome nuovo che è entrato da poco nella lista della spesa azzurra è Douglas Costa, giocatore che si è messo in mostra in questa edizione della Champions League, con la maglia dello Shakhtar Donetsk.

Costa è un esterno offensivo che nel 2010 è stato acquistato dal club ucraino per 7 milioni di euro, su di lui c’era anche l’interesse del Manchester United.

Sul fronte italiano la recente involuzione di Pastore è invece qualcosa che fa ben sperare De Laurentiis.

L’asse Napoli- Palermo, funziona, basta vedere l’affare Cavani, ma se l’argentino del Palermo avesse giocato tutto l’anno come Alexi Sanchez del’Udinese, Zamparini avrebbe preteso chissà quanto per il cartellino del giocatore ma la recente crisi tecnica della squadra rosanero, culminata con il ritorno di Delio Rossi dopo la parentesi Cosmi, non ha fatto permesso a Pastore di continuare a brillare.

L’argentino del Palermo, ad ogni modo, è uno che i numeri li ha tanto che un certo Diego Armando Maradona, quando era ancora allenatore della Selecion, si era esposto in prima persona sul talento di questo giocatore dichiarando che: “E’ uno che al pallone da del tu”

E se a dirlo è Maradona, a Napoli ci credono per forza.

E a proposito di vecchi idoli del San Paolo, , dopo qualche buona prova convincente, l’ultimo arrivato Victor Ruiz è già stato paragonato ad uno dei più grandi difensori che abbia mai indossato la casacca azzurra, ovvero l’olandese Rudi Kroll.