Calciomercato Milan: Joe Cole e Ibrahimovic a queste condizioni



Patti chiari, amicizia lunga. Le strategie del calciomercato in casa Milan non cambiano per nessun calciatore al mondo.
Adriano Galliani ha avuto imput precisi dal patron Silvio Berlusconi, le risorse economiche rossonere sono limitate.
Nonostante tutto, il Milan resta comunque una società appetibile da molti, ed il cambio di guida tecnica, con l’arrivo di Massimiliano Allegri, potrebbe invogliare molti.
I rossoneri avrebbero già bloccato il centrocampista inglese Joe Cole, svincolato dal Chelsea dopo 7 stagioni: offerto un contratto triennale da 3,2 milioni di euro annui.
Spinto da David Beckham e Fabio Capello, Cole vorrebbe dire sì al Milan, ma potrebbe attendere una chiamata economica più alta.
A Londra il giocatore guadagnava 4 milioni di euro, e quindi sperava di non dover scendere.
Ma il Milan non è disposto a fare sconti, le cifre a disposizione sono quelle.
Niente corsia preferenziale pure per l’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic, che dopo solo 1 stagione nella Liga spagnola, avrebbe chiesto la cessione al Barcellona.
Il nuovo presidente azulgrana, Sandro Rosell, è intenzionato ad accontentarlo senza drammi: però l’anno scorso, il Barça lo pagò 48 milioni di euro più Samuel Eto’o all’Inter.
Il suo procuratore, Mino Raiola, spinge per il prestito al Milan: i rossoneri però non pagheranno mai i 9 milioni di euro annui ad Ibrahimovic, chiamato ad abbassare le pretese almeno a quota 6 milioni.
Tutto dipenderà dalla volontà del giocatore di far ritorno a Milano, sponda rossonera.
E’ anche vero, però, che i rossoneri hanno maggiori attenzioni più su Luis Fabiano del Siviglia, meno costoso di Ibrahimovic.
Prima tutto, comunque, va ceduto l’olandese Klas Jan Huntelaar: si aspetta una chiamata dal Bayern Monaco del connazionale Louis Van Gaal.