Calciomercato Milan: i movimenti per gennaio 2012



A questo Milan manca qualcosa. I tifosi ne sono convinti fin dall’estate e forse anche la dirigenza, alla luce dei numerosi infortuni, ha iniziato a seguire questa strada. La lunga assenza di Antonio Cassano, inoltre, impone l’arrivo di un altro attaccante, dato che Allegri ancora non se la sente di gettare troppa responsabilità su Stephan El Shaarawy. A questo punto gli obiettivi sono molteplici, ma uno in particolare sembra più alla portata.

Si tratta di Fabio Quagliarella. L’attaccante partenopeo, infatti, è rimasto abbastanza ai margini delle scelte di Antonio Conte alla Juventus e potrebbe gradire un cambio di ambiente. Il suo agente ha smentito clamorosamente, ma il Milan ha gli occhi sull’attaccante della Nazionale sin dai tempi del Napoli e forse anche prima. Non è mai stato tentato l’affondo decisivo, ma il bisogno di una nuova pedina potrebbe forzare la mano ai Rossoneri. Nel frattempo Amauri è definitivamente sfumato, ormai convinto ad emigrare in Inghilterra alla prima possibilità. Anche il brasiliano Damiao sembra fuori dai progetti, soprattutto a causa del suo costo eccessivo.

In Olanda, invece, sono tutti convinti che il Milan stia per sferrare un deciso assalto a Christian Eriksen, talentino diciannovenne dell’Ajax che nella scorsa giornata di Champions League ha mostrato numeri da fuoriclasse purissimo. L’affare, però, sembra davvero difficilissimo, dato che il costo del cartellino si aggirerebbe come minimo sui 20 milioni di euro e convincere l’Ajax appare davvero arduo. Per lo stesso motivo appare molto improbabile l’arrivo a Milanello di Carlitos Tevez, visto come ideale vice-Ibrahimovic, ma dalle pretese economiche e tattiche troppo alte.