Calciomercato Milan: Robinho partenza difficile, ma è la chiave per Cerci

Calciomercato Milan estate 2014: Robinho partenza difficile, ma è la chiave per Cerci

Nella giornata di ieri è ufficialmente partita l’avventura del primo Milan di Filippo Inzaghi. Il neo allenatore rossonero ha lanciato vere e proprie dichiarazioni di rivalsa, per riscattare una stagione passata davvero avara di soddisfazioni e assolutamente lontana dagli obiettivi che una squadra come il Milan dovrebbe perseguire. Circondata da due partiti di tifosi (da una parte chi sostiene a prescindere e dall’altra chi ha solo voglia di cambiare tutto a partire dalla società), Galliani avrà il compito di costruire una rosa che possa almeno permettere al SuperPippo rossonero di competere.

Sono già arrivati, come sappiamo, Alex e Menez, entrambi dal PSG. Con il sempre più vicino rinnovo di Rami, il reparto difensivo sembra poter ora essere più fiducioso per il futuro rispetto all’anno appena terminato. Ben altra cosa sono il centrocampo e l’attacco Inzaghi vuole giocare con il 4-3-3 e per questo motivo ha bisogno di sei attaccanti: sulla sinistra ci sono El Shaarawy e Menez, mentre al centro troviamo Balotelli (che dovrebbe rimanere per mancanza di offerte) e Pazzini. Sulla sinistra, invece, c’è il solo Honda che può giocare. Serve un esterno e dopo che Iturbe si è ormai accasato alla Juve, è un altro il nome caldo dell’agenda milanista: Alessio Cerci.

Pur dopo un mondiale sottotono, Cerci rappresenta un giocatore di assoluto valore e fiducia, ansioso di provare, ad appena 26 anni, il salto in una grande squadra. I problemi del Milan, però, sono due: la mancanza dell’Europa, che pone momentaneamente il Torino su un palcoscenico più prestigioso di quello rossonero, e Robinho. Il brasiliano è con le valigie in mano da almeno due anni, ma il suo stipendio faraonico lo blocca a Milanello. Le proposte che sono arrivate fino ad ora dalla MLS non sembrano interessare molto il numero 7 rossonero e quindi la situazione appare in fase di stallo. Se, però, Mino Raiola riuscisse a liberare il Milan dal contratto del suo assistito, ecco allora che la pista sarebbe libera per l’assalto a Cerci. L’importante, però, è non perdere tempo.

Calciomercato Milan: Robinho partenza difficile, ma è la chiave per Cerci